E’ legittimo il licenziamento del dipendente disabile per superamento del periodo di comporto ?

image_pdfimage_print

La risposta è positiva a meno che le assenze per malattia siano la conseguenza di un comportamento del datore di lavoro che ha assegnato il dipendente a mansioni non compatibili con la disabilità (Cass., n. 17720/2011).

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Per l’attivazione dello smart-working, o lavoro agile, in azienda qual è la procedura?

Vorremmo attivare lo smart-working in azienda. Potrei avere qualche indicazione di massima da dove partire, soprattutto se ci sono problemi in merito ad eventuali infortuni? Risposta del Dott. Roberto Camera:

Il contributo d’ingresso alla mobilità previsto in caso di riduzione collettiva di personale, e’ dovuto anche nel caso in cui un’impresa sia in procedura concorsuale?

No, l’esonero totale e’ ammesso ogni qual volta il curatore, il commissario liquidatore o il liquidatore abbiano verificato l’impossibilità di continuare l’attività o, in caso di

In caso di licenziamento per giusta causa spetta l’indennità di disoccupazione al lavoratore?

Sì, in quanto, per il lavoratore, il licenziamento si tratta di una cessazione involontaria del rapporto di lavoro. A quest’ultimo spetterà la NASPI secondo le regole previste dal decreto legislativo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento