Uno sguardo al lavoro del futuro

lavoro_futuro

Il mercato del lavoro e tutto quello che ne è anche vagamente inerente sta subendo una trasformazione radicale e per certi aspetti addirittura troppo veloce. Il modo di lavorare che fino a dieci anni fa era normale, oggi diventa obsoleto e inadeguato. Innovazione e mutamenti radicali hanno portato alla scomparsa, o la modifica radicale, di alcuni lavori e la nascita di altri ex-novo. Un’evoluzione sociale ed economica che investe tutti i campi, in particolar modo quello delle professioni.

La rete ormai ha già i professionisti più disparati, ma il lavoro del futuro potrebbe essere proprio nel web. Quello dell’insegnamento on-line, ad esempio, è una professione che potrebbe avere a breve un forte impatto sulla vita di molti.

Dalle lingue alle tecniche professionali, sono infinite le possibilità di insegnamento attraverso il web. un freelance in grado di portare l’insegnamento al grado massimo di flessibilità spaziale (direttamente in casa o in qualsiasi luogo si preferisca) e temporale (quando vuoi, nel momento che più ti aggrada). Altra figura professionale del futuro, anche se una versione embrionale già esiste, è il Triber: una sorta di ibrido a metà tra il manager aziendale e l’influencer. In grado di fungere da polo d’attrazione tra risorse e figure professionali in tutti i social network per la creazione di gruppi di lavoro in grado da veicolare idee,progetti e programmi.

La realtà virtuale potrebbe essere un veicolo potentissimo per i lavoratori del futuro. Anzi potrebbe essere il settore che più di tutti sarà capace di attrarre le più disparate figure professionali. Escludendo i, più ovvi, programmatori si potrà dare spazio ad architetti, interior designer, registi e disegnatori. Infatti questi profili potrebbero essere richiesti per ridisegnare il mondo virtuale dalle fondamenta in un mondo totalmente da ricreare ad immagine di quello reale.

In questa particolare lista di lavori del futuro esistono molte figure professionali che lavorano nel World wide web. Questo potrebbe sembrare strano visto che la rete ormai è diventata da anni di uso comune e che moltissimi lavori di questo genere sono diventati piuttosto usuali. Eppure esistono delle professioni che non sono diventate ancora di conoscenza comune, anzi, alcune sono addirittura sconosciute ai più.

Vediamone un esempio:

Net Clipper

È una sorta di “controllore della reputazione” del web. È chiamato a vigilare e analizzare la reputazione sulla rete di una persona o una specifica azienda, tiene sotto controllo tutto ciò che si dice, nel bene e nel male, del suo committente. Poi sviluppa i risultati consegnando un report dettagliato sulla considerazione che il cliente in questione ha sul web. Il Net clipper deve pertanto avere ottima predisposizione e conoscenza delle tecniche del web e delle tecnologie a supporto. Inoltre deve anche possedere una certa sensibilità per effettuare un’analisi qualitativa.

L’incremento dell’età media della popolazione dei paesi industrializzati determinerà l’aumento di professioni legate alla cura, all’assistenza e al benessere degli anziani. Sia chiaro, non la classica badante o un infermiere professionale: il “senior carer” è il professionista che si occuperà dell’assistenza psicologica degli anziani, del loro tempo libero, degli aspetti ricreativi della loro vita. Un altro tra i lavori del futuro, in Italia come altrove, è il coltivatore urbano. In città sempre più cementificate, curare e mettere sul mercato prodotti a km zero e coltivati nel rispetto dell’ambiente potrebbe offrire sbocchi molto interessanti. Dulcis in fundo, il personal brander. Questi è il consulente che aiuta i propri clienti a comunicare il loro brand. Lo fa attraverso varie forme di comunicazione ma oggi soprattutto attraverso il web e le digital pr sui social network. Diversi studi di settore ha indicato quest’ultimo come la prima professione entro il 2030.

Un ritorno al passato passando per il lavoro del futuro

Altro settore che avrà il massimo dell’espansione è quello dell’agricoltura. Tutti i lavori inerenti a questo comparto saranno molto redditizi e ricercati Fattorie verticali, idroponica, trattori che si guidano da soli, irrigazione gestita da satelliti e droni con precisione quasi millimetrica, questi sono i nuovi modi di gestire la terra e i suoi frutti. Tanti sono i modi di coltivare la terra e allevare animali che si riveleranno uno spartiacque epocale nell’agricoltura. Questo porterà alla creazione di nuove figure professionali e all’ottimizzazione delle più vecchie. Agronomi, chimici e ingegneri torneranno all’antico mestiere della terra.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)