fbpx

Ci sono limiti di conservazione delle immagini provenienti da telecamere aziendali?

Ci sono limiti di conservazione delle immagini provenienti da telecamere aziendali?

La disciplina sulla privacy stabilisce che la conservazione delle informazioni non deve  superare il periodo di tempo necessario agli scopi per le quali sono state raccolte o successivamente trattate.

In assenza di accordo con le rappresentanze sindacali aziendali, i tempi di conservazione delle immagini possono essere fissati anche oltre le 24 ore, purché non oltre la settimana, dall’Ispettorato territoriale del lavoro.

Un tempo superiore alla settimana necessita di una richiesta al Garante privacy (c.d. verifica preliminare), avendo cura di evidenziare l’eccezionalità della richiesta rispetto al principio di proporzionalità. Tale richiesta deve essere adeguatamente motivata con riferimento ad una specifica esigenza di sicurezza perseguita.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 683 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

E’ possibile fare due lavori a part time e fino a che orario massimo?

ll cumulo di più rapporti di lavoro part time con più datori di lavoro è possibile, fermo il rispetto dei limiti di orario di lavoro posti a tutela del lavoratore

Sono incinta al terzo mese di gravidanza. In caso di dimissioni ho diritto alla disoccupazione (NASpI)?

L’accesso alla NASpI, sussistendone gli altri requisiti, è consentito anche nel caso di dimissioni intervenute durante il periodo tutelato di maternità, ossia a partire da 300 giorni prima della data

La società vuole offrire 4 settimane di congedo per i lavoratori padri al 100%, come possiamo gestirlo?

Questa concessione deve, a mio avviso, essere formalizzata in un accordo sindacale o in un regolamento aziendale, nel quale va specificato l’assorbimento (o meno) dei giorni di congedo già previsti

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.