Agricoltura: partono i nuovi voucher per la raccolta autunnale

Agricoltura: partono i nuovi voucher per la raccolta autunnale

Il settore agricoltura era l’unico a non avere accesso ai voucher che la nuova norma prevedeva. Finalmente anche questo ostacolo è stato superato, infatti, da oggi anche per i lavoratori del comparto agricolo e ortofrutticolo c’è la possibilità di usare i nuovi PrestO – i vecchi furono introdotti circa dieci anni fa – varati il 10 luglio scorso. A renderlo noto è la Coldiretti che sottolinea come anche da oggi, dopo diversi mesi di attesa, l’aggiornamento della piattaforma Inps consente a pensionati, studenti e disoccupati di poter lavorare nei campi adoperando la semplificazione prevista dalla legge per le sole aziende agricole, ovvero quella di effettuare un’unica comunicazione per una prestazione non superiore a tre giorni.

Un’opportunità di lavoro che avrà la possibilità di essere offerta nei vigneti per le uve ancora non raccolte e per le campagne di raccolta autunnale come le olive e le castagne, ma anche le pere e le mele. La Coldiretti, infatti, ricorda che nel comparto agricoltura l’utilizzo era rimasto praticamente stabile da cinque anni perché è l’unico settore rimasto ancorato all’originale normativa  con tutte le iniziali limitazioni: solo lavoro stagionale e solo pensionati, studenti e percettori di integrazioni al reddito.

In agricoltura sono stati venduti nel 2016 solo 2.210.440 voucher, addirittura in calo rispetto all’anno precedente e più o meno gli stessi del 2012, per un totale di oltre 380mila giornate di lavoro che hanno aiutato ad avvicinare al mondo dell’agricoltura giovani studenti e a mantenere attivi molti anziani pensionati nelle campagne senza gli abusi che si sono verificati in altri settori.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento