Nel Def previsioni di crescita del 1,4% nel 2017

break_news-14Il capo economista del ministero dell’Economia, Riccardo Barbieri, rileva un netto rialzo delle stime di crescita prima dell’imminente aggiornamento del Def. È ormai risaputo che l’aggiornamento del Documento di economia e finanza, che il Governo divulgherà entro la fine di settembre, vedrà la correzione della stima della crescita del nostro paese in netto rialzo. Barbieri ,infatti, spiega a margine della presentazione  del rapporto Cer sulla Finanza Pubblica: ”La nostra stima di crescita dovrebbe essere quella di consenso, all’1,4-1,5%” e sottolinea poi, “Le previsioni del governo saranno prudenziali”.

Appunto l’istituto di ricerca economica, insieme ad altre istituzioni italiane ed europee, ha riveduto e corretto le previsioni di crescita del Paese. I dati del Centro Europa Ricerche mostrano che il Pil italiano salirà dell’1,4% quest’anno, dell’1,2 % l’anno prossimo e infine, con un leggero rallentamento, nel 2019 a +0,9%. Queste ipotesi per il futuro non sono condivise dal Mef, che per il 2018, ha sottolineato Barbieri, prevede che “la crescita del pil sarà molto superiore rispetto a quella Cer”.

Le previsioni aggiornate, sottolinea il Cer, sono a legislazione vigente. Nel 2017 l’ apporto più grande alla crescita risulta offerto dai consumi privati (0,8 punti percentuali), con un contributo positivo degli investimenti (+0,5)e delle scorte (+0,3); le esportazioni offrirebbero un contributo negativo di 0,3 punti, soprattutto per effetto della crescita delle importazioni. Nel successivo triennio 2018-2020 la crescita sarebbe rinforzata dagli investimenti e dai consumi delle famiglie.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)