fbpx

Nuovo CUD 2015 : cosa cambia per professionisti e collaboratori

Il nuovo “CU” rappresenta, dunque, il primo passo operativo dell’Agenzia delle Entrate che dovrà portare l’ente, nel 2015, all’invio a circa 20 milioni di contribuenti del nuovo 730 precompilato.

E’ importante ribadire che il nuovo onere di trasmissione non elimina quello relativo al modello 770. Di conseguenza, molte informazioni che attualmente i sostituti di imposta inoltrano tramite il modello 770 saranno replicate nel nuovo CU. I doppioni di informazioni sono propedeutici all’avvio del modello 730 precompilato e il fatto che l’amministrazione finanziaria richiede nella certificazione anche i dati del lavoro autonomo fa sperare gli operatori che la semplificazione sul modello 770 tanto attesa sia vicina.

Un’altra modifica in ottica modello 730 precompilato è quella dei familiari a carico. I dati che attualmente sono inseriti nel modello 730 saranno inoltrati dai datori di lavoro prima nel CU e inviati all’Agenzia delle entrate.

Riepilogando, nel nuovo CU dovranno essere indicati:

  • i compensi lordi erogati ai lavoratori autonomi, distinti dalle somme non soggette a ritenuta “per regime convenzionale”;
  • gli imponibili;
  • le ritenute effettuate a titolo di acconto e quelle a titolo di imposta;
  • le addizionali regionali e comunali, distinte tra quelle a titolo di acconto, d’imposta e quelle sospese;
  • i contributi previdenziali, sia quelli a carico del lavoratore autonomo, sia quelli a carico del soggetto che ha erogato i corrispettivi;
  • i dati sulle spese rimborsate e le ritenute restituite.

Pages: 1 2

Sull' autore

Marialuisa Santoro
Marialuisa Santoro 22 posts

Consulente del lavovo Generazione vincente Spa http://generazionevincente.it/

Vedi tutti i post di questo autore →

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento