INL : Prestazioni occasionali, quantificazione delle sanzioni

ispettorato-nazionale-lavoroL’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato la nota n. 7427 del 21 agosto 2017, con la quale fornisce alcuni chiarimenti, al proprio personale ispettivo, in merito alla disciplina sanzionatoria in caso di violazione dell’obbligo di comunicazione ovvero di uno dei divieti di cui al comma 14 dell’art. 54-bis, comma 20, del Decreto Legge n. 50/ 2017, relativamente alle nuove Prestazioni Occasionali.

In particolare, il parametro di quantificazione dell’importo sanzionatorio è rappresentato dal numero delle giornate in cui si è fatto ricorso al lavoro occasionale, indipendentemente dal numero dei lavoratori impiegati nella singola giornata (ad es. violazione dell’obbligo di comunicazione di 3 lavoratori il primo giorno, 1 lavoratore il secondo giorno e 2 lavoratori il terzo giorno; in tal caso la sanzione amministrativa sarà di euro 833, 33 x 3 (giorni): tot. 2499,99).

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Parlamento: riordino delle forme contrattuali e dell’ attività ispettiva (art.4 Jobs Act)

Pubblichiamo la bozza dell’articolo 4 del disegno di legge delega – c.d. Jobs Act – presente nel sito del Senato in materia di riordino delle forme contrattuali e dell’ attività ispettiva.

Note di rettifica per mancato rinnovo dei benefici della “ piccola mobilità ” [INPS]

L’Inps, con il messaggio n. 8889 del 19 novembre 2014, in attesa che si definisca l’iter avviato dalla risoluzione parlamentare del 31/7/2014, che impegna il Governo a reperire le fonti di finanziamento

Fine dell’ appalto e licenziamento del lavoratore [Cassazione]

Con sentenza n. 8973 dell’11 aprile 2018, la Corte di Cassazione ha affermato la legittimità di un licenziamento, comminato da una azienda di pulizie, a seguito della scadenza dell’appalto ove

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento