Unioncamere : fallimenti imprese italiane in calo

Unioncamere : fallimenti imprese italiane in calo
image_pdfimage_print

Sempre meno imprese stanno portando i libri in tribunale. Tra aprile e giugno 2017, infatti, secondo i dati ufficiali Unioncamere-Infocamere, sono fallite 3.008 imprese, contro le 3.537 del corrispondente periodo del 2016. In termini percentuali, la frenata è stata del 15% e segna una conferma del risultato dello scorso anno, quando si era già registrata una flessione del 3% rispetto al 2015.

In relazione alla struttura imprenditoriale italiana, il fenomeno delle aperture di procedure fallimentari riguarda dunque un numero di imprese molto limitato.

La riduzione del flusso di nuovi fallimenti è stata più consistente in termini percentuali nel Nord Est (-16,8% rispetto al secondo trimestre 2016) e nel Mezzogiorno (-16,5%). Nelle regioni del Nord Ovest le aperture di procedure fallimentari sono state il 14,7% in meno dello scorso anno e al Centro il -12,2%.

A livello settoriale, il calo di procedure fallimentari interessa in particolare le costruzioni (-24,8% rispetto al secondo trimestre 2016).

A seguire, il trasporto e magazzinaggio (-21,1%), le attività manifatturiere (-16,9%) e il commercio all’ingrosso e al dettaglio (12,9%).

Fonte: Adnkronos

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

BORSA: MILANO DEBOLE MA NON PANICO, -2%

(ANSA) – MILANO, 7 GEN – I primi minuti di scambi confermano l’avvio molto pesante per Piazza Affari, ma con un parziale alleggerimento del clima anche se in avvio si

19 SCIOPERO COMMERCIO

Il 19 dicembre, la settimana prima delle feste natalizie, sciopero di tutti i negozi, compresi i grandi magazzini e gli ipermercati. Filcams Cgil, Fisascat Cil e Uiltucs Uil hanno chiamato

AMBROGIONI (CIDA SU PENSIONI

“A Napoli siamo presenti per la prima volta come alleanza delle alte professionalità, di cui fanno parte dirigenti pubblici e privati, magistrati, diplomatici, medici, docenti universitari e giornalisti. E vogliamo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento