Istat: segnali positivi dal lavoro e consolidamento della fiducia

Istat: segnali positivi dal lavoro e consolidamento della fiducia
image_pdfimage_print

L’Istat rileva nella sua nota mensile l’arrivo di segnali incoraggianti per l’economia italiana. Il Report mensile che raccoglie i dati economici del nostro Paese recita: “In Italia si consolida la crescita economica con segnali positivi diffusi a livello settoriale e sul mercato del lavoro” ,ancora scrive l’Istituto previdenziale  “Migliora la fiducia dei consumatori e, in parte, quella delle imprese. L’indicatore anticipatore mantiene un orientamento positivo. Nel secondo trimestre l’economia statunitense e quella europea crescono allo stesso ritmo, in un contesto di espansione del commercio mondiale”.

L’istituto sottolinea che a giugno il mercato del lavoro “ha ripreso la fase di crescita dopo la pausa registrata a maggio”. L’andamento “favorevole” sul mercato del lavoro, ribadisce l’Istat, “è atteso proseguire nel breve periodo. A luglio le attese sull’occupazione per i prossimi mesi mantengono un orientamento positivo più accentuato nell’ultimo mese per le imprese manifatturiere e per quelle delle costruzioni”.

Per quanto riguarda l’argomento inflazione, si legge nella nota mensile, “per i prossimi mesi le indicazioni provenienti dalle aspettative sui prezzi non delineano una chiara tendenza al rialzo. Per le imprese a giugno e luglio si è registrata una decelerazione rispetto al trend al rialzo iniziato nell’ultimo trimestre dell’anno precedente; per i consumatori gli ultimi dati non evidenziano ancora segnali persistenti di ripresa”.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

FORMAZIONE PER GIOVANI

Due innovativi percorsi di formazione, “Dall’io al noi” e “Imprendilavoro”, promossi dalla Fondazione Cariparo a Padova, sono stati avviati per promuovere l’occupazione di 30 giovani neo-laureati come lavoratori dipendenti e

ISFOL: DATI APPRENDISTI 2015

Non decolla l’apprendistato. Anzi. La platea dei giovani assunti in apprendistato continua a ridursi. Nel 2015, infatti, la variazione dello stock medio di apprendisti è pari a -8,1% rispetto all’anno

Ocse: Pil in crescita nel 2017

Arrivano buone notizie dall’ Ocse nell’Economic Outlook di novembre: in Italia il Pil crescerà dello 0,8% nel 2016, dello 0,9% nel 2017 e dell’1% nel 2018. Rispetto alle prospettive economiche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento