Un nostro dipendente che matura i requisiti pensionistici è indeciso se andare in pensione oppure rimandare, come funziona?

RUBRICA ESPERTO

Un nostro dipendente matura i requisiti pensionistici (assunto dal 1976). Il dipendente in questione sembra abbastanza qualche altro anno, noi invece vorremmo che si godesse la pensione… Come funziona in questi casi?

Il dipendente che intende proseguire il lavoro oltre l’età anagrafica prevista per il pensionamento di vecchiaia non può essere licenziato sino ai 70 anni di età (D.L. n. 201/2011 conv. L. n. 214/2011 – c.d. Decreto Salva Italia). Una volta raggiunti i 70 anni, l’azienda può liberamente recedere dal rapporto di lavoro (licenziamento ad nutum).

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Roberto Camera

A cura di : Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)