Ammortizzatori in deroga – i criteri per la concessione delle prestazioni (Min. Lavoro)

image_pdfimage_print

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato la circolare n. 19 del 11 settembre 2014,  in applicazione delle disposizioni contenute nel Decreto Interministeriale n. 83473 del 1° agosto 2014 che definisce i nuovi criteri per l’erogazione degli ammortizzatori sociali in deroga.

  • impossibilità di utilizzare la Cig in deroga in caso di cessazione dell’attività aziendale;
  • incremento dell’anzianità aziendale necessaria per accedere agli ammortizzatori;
  • limitazione ad 11 mesi per il 2014 e a 5 mesi per il 2015 per la fruizione della Cig in deroga;
  • limitazione della durata del trattamento di mobilità in deroga;
  • erogazione della Cig in deroga esclusivamente alle imprese, escludendo, così, gli studi professionali.

Alla luce delle disposizioni normative di cui all’articolo 4, comma 2, decreto legge 54/2013, convertito nella legge 85/2013, individua i criteri concessivi e le procedure per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. In pratica, le disposizioni contenute nel decreto si applicano agli accordi stipulati in sede regionale perle imprese ubicate nel territorio di una singola Regione e in sede governativa per  le imprese c.d. plurilocalizzate, dal giorno della data di pubblicazione del decreto medesimo.

 allegati pdf-icon : circolare n. 19 del 11 settembre 2014

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 295 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Note di rettifica per mancato rinnovo dei benefici della “ piccola mobilità ” [INPS]

L’Inps, con il messaggio n. 8889 del 19 novembre 2014, in attesa che si definisca l’iter avviato dalla risoluzione parlamentare del 31/7/2014, che impegna il Governo a reperire le fonti di finanziamento

Garante privacy: Gdpr e autorizzazioni generali – individuate le prescrizioni ancora valide

Il Garante per la protezione dei dati personali, nella newsletter n. 448 del 21 dicembre 2018, ha, tra le altre cose, individuato le prescrizioni contenute nelle autorizzazioni generali al trattamento dei

Ministero del Lavoro: revisione triennale dei coefficienti di trasformazione del montante contributivo

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 134 del 12 giugno 2018, il Decreto

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento