Misure antinfortunistiche non predisposte e responsabilità penale [Cassazione]

image_pdfimage_print

cassazioneCon sentenza n. 35757 del 20 luglio 2017, la Corte di  Cassazione penale ha affermato che, in caso di condanna di un responsabile per la mancata installazione di misure antinfortunistiche, i  precedenti penali a carico dell’imputato non precludono l’accoglimento  della causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto come previsto dall’art. 131-bis, comma 1, del codice penale, in quanto vanno tenute distinte le valutazioni sulla personalità del reo da quelle concernenti il carattere offensivo della condotta.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Consulta: rito Fornero per i licenziamenti – inammissibilità del ricorso

La Corte Costituzionale, con ordinanza n. 205 del 16 luglio 2014, ha dichiarato la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale sollevata dal Tribunale di Siena relativamente all’art. 1, comma 51,

Indennità risarcitoria per il licenziamento dopo la sentenza n. 194 / 2018

Con Ordinanza del 21 novembre 2018, il Tribunale di Genova, applicando i principi fissati dalla Corte Costituzionale nella sentenza n. 194 / 2018 alla indennità risarcitoria per un licenziamento illegittimo

Licenziamento disciplinare per sviamento di clientela

La Corte di Appello di Genova, con sentenza n. 66 del 25 febbraio 2015, ha affermato che ricorrono gli estremi del licenziamento disciplinare nell’ipotesi in cui, venendo meno al principio

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento