Licenziamento per falsa attestazione di presenza in servizio [Cassazione]

image_pdfimage_print

cassazioneCon sentenza n. 15864 del 26 giugno 2017, la Corte di Cassazione ha affermato la legittimità di un licenziamento per giusta causa allorquando un lavoratore, senza l’autorizzazione dei superiori, timbri il cartellino e prenda servizio presso un’altra sede dell’azienda, diversa da quella abituale.

I giudici della Suprema Corte hanno evidenziato come tale comportamento rappresenti una falsa attestazione di presenza in servizio che ha determinato un’indebita remunerazione.

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 287 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Cassazione su: infortunio “in itinere” avvenuto in bicicletta / licenziamento illegittimo per furto di scarsissimo valore

* Infortunio “in itinere” avvenuto in bicicletta Con sentenza n. 7313 del 13 aprile 2016 la Corte di Cassazione ha affermato che ai fini della valutazione dell’uso della bicicletta per

Licenziamento disciplinare e fatto posto alla base dello stesso [Cassazione]

Con sentenza n. 19343 del 20 luglio 2018, la Corte di Cassazione ha affermato, che a fronte di un licenziamento disciplinare il cui fatto sia stato accertato in giudizio senza che lo stesso sia

Ministero del Lavoro: la nota trimestrale 2018 sulle Comunicazioni Obbligatorie

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato, in data 6 dicembre 2018, la Nota trimestrale congiunta sulle tendenze dell’occupazione relativa al III trimestre 2018. Nel terzo trimestre del 2018

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento