Padoan: “servono misure urgenti, decontribuzione permanente per i giovani”

Padoan: “servono misure urgenti, decontribuzione permanente per i giovani”
image_pdfimage_print

“Misure di decontribuzione selettiva per i giovani rappresentano una leva importante e questi interventi dovranno essere permanenti”. Lo ha espresso il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, parlando della prossima legge di bilancio a Confcommercio. “La priorità – ha ribadito il ministro – devono essere i giovani. Sarebbe uno spreco di capitale umano se non mettessimo i giovani in grado di fare la loro parte”.

“La legge di bilancio per il 2018 – ha aggiunto – sarà basata sulla continua riduzione del deficit e sul saldo primario positivo. Bisogna passare da una stabilizzazione del debito a una sua riduzione, e la riduzione deve avvenire a una velocità tale che non sottragga risorse alle politiche per la crescita e l’inclusione sociale”. “Questo – ha chiarito Padoan – anche tenendo conto della progressiva riduzione del Qe e la progressiva risalita dei tassi di interesse”.

Secondo le parole del ministro, i risultati conseguiti dal governo finora “sono incoraggianti, ma resta molto da fare; dobbiamo approfittare della fase ciclica per una crescita strutturale e costante. È il quarto anno consecutivo in accelerazione il deficit si è ridotto, il debito stabilizzato, ora va posto sul sentiero di discesa, l’occupazione aumenta, non siamo soddisfatti per i giovani ma il mercato è migliorato strutturalmente, i consumi del famiglie sono aumentati”.

Alla luce di queste parole la ricetta giusta è quella di abbattere del 50% i contributi a carico dei datori per due/tre anni: in pratica, si passerebbe dall’attuale 30-33% al 15%, con un limite di esonero fino a 3 mila euro l’anno. Per rendere poi la misura strutturale.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

CONFSAL SALFI SU RISULTATI FISCO

“I risultati conseguiti, anche quest’anno, ancorché altamente apprezzabili, sono soltanto uno degli ‘indizi sintomatici’ dello stato di salute del sistema agenziale, perché noi lavoratori dell’Agenzia delle Entrate, da sempre, sappiamo

NUOVO CCNL ADDETTI IGIENE AMBIENTALE

Siglata nella notte l’intesa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale dei lavoratori delle aziende pubbliche dell’igiene ambientale aderenti a Utilitalia. Ne danno notizia Fp Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti e Fiadel,

COSTO ESODATI, 11 MILIARDI

L’annosa vicenda degli esodati è nata con la riforma delle pensioni targata Elsa Fornero, ex ministro del Lavoro durante il governo guidato da Mario Monti. Tra il 2014 e i

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento