fbpx

Nuove risorse per 1,3 miliardi per ” Garanzia Giovani “

Nuove risorse per 1,3 miliardi per ” Garanzia Giovani “

A pochi giorni dall’uscita dei dati sui Neet, giovani che non lavorano e che neanche studiano, che sono piuttosto sconfortanti si vuol rilanciare la spinta occupazionale giovanile con nuovi fondi per Garanzia Giovani. A tre anni dalla partenza di questo grande Piano Europeo per l’inclusione dei giovani nel mercato del lavoro si potenzia lo stanziamento e si cercano nuove strategie. L’annuncio è stato dato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali nel corso di un incontro con i rappresentanti delle Regioni e delle organizzazioni sindacali.

Il nuovo stanziamento di risorse, che ammonta a 1,3 miliardi di euro, consentirà di portare il programma fino alla scadenza del ciclo di programmazione dei fondi europei (2020), consolidando l’esperienza accumulata e perfezionando le criticità emerse dal monitoraggio attento e continuo. Da segnalare il positivo risultato finora conseguito in termini di gestione e di spesa delle risorse. Considerando che le risorse della programmazione in corso possono essere spese fino alla fine del 2018, al 31 marzo 2017 risultano infatti impegnate ben l’87,2% delle risorse programmate; ammontano al 56,2% le risorse spese per misure già concluse.

I numeri del report settimanale del progetto parlano chiaro: al 13 luglio, giorno dell’uscita dell’ultimo aggiornamento, i presi in carico sono 963.339, quindi un incremento di 3.107 unità rispetto alla settimana precedente; tra questi ci sono poi 512.904 a cui è stata proposta almeno una misura del programma, 945 in più rispetto alla settimana precedente.

 I numeri dalla fine della fase 1 (31 Dicembre 2015) sono addirittura entusiasmanti, con un incremento del 67,6 % dei presi in carico e del 101,7 % di quelli a cui è stata proposta concretamente una misura del programma. Aumenta anche il numero delle registrazioni totali, che al netto delle cancellazioni, sono di 1.194.299 circa l’86% in più rispetto alla fine della fase 1.

Rispetto al 31 Dicembre 2015 l’incidenza dei giovani registrati al netto delle cancellazioni sul totale dei registrati passa dall’86,2% all’86% (-0,2%); l’incidenza dei giovani presi in carico sui giovani registrati al netto delle cancellazioni passa dal 73% all’80,7% (+7,7%); l’incidenza dei soggetti cui è stata proposta una misura del programma sui giovani presi in carico passa dal 44,2% al 53,3% (+9,1%).

I nuovi fondi saranno sicuramente una “manna dal cielo” per un Piano che dava già dati positivi nell’arco della sua attuazione.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Istat: a Giugno l’ inflazione rallenta di 0,1%

L’ inflazione nel mese di Giugno secondo l’Istat rallenta ancora. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività nazionale (NIC), ad esclusione dei tabacchi, è calato dello 0,1 su

UNICREDIT ASSUME PER VARI PROFILI

La Banca Unicredit è alla ricerca di diverse figure professionali, soprattutto di giovani i quali saranno inseriti in un iter di formazione ma anche di risorse con una certa esperienza. Unicredit

MARTINA SU LEGGE ANTI-SPRECHI ALIMENTARI

“Questa legge è una delle più belle e concrete eredità di Expo Milano 2015”. Così in una nota il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, commenta il via libera al

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento