Il computo dei 5 dipendenti a tempo indeterminato, per usufruire delle nuove prestazioni occasionali , come viene…

Il computo dei 5 dipendenti a tempo indeterminato, per usufruire delle nuove prestazioni occasionali , come viene…
image_pdfimage_print

Il computo dei 5 dipendenti a tempo indeterminato , per usufruire delle nuove prestazioni occasionali, come viene considerato: per singole unità produttive/sedi o per tutte quelle facenti capo ad unica impresa?

La normativa (art. 54-bis, comma 14, della Legge 96/2017), parla di divieto all’utilizzo delle Prestazioni Occasionali “da parte degli utilizzatori che hanno alle proprie dipendenze più di cinque lavoratori subordinati a tempo indeterminato ”. Detta indicazione è stata ripresa puntualmente dall’Inps nella circolare 107/2017: “ai datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze più di cinque lavoratori subordinati a tempo indeterminato.”.

In considerazione di ciò ed in attesa di ulteriori chiarimenti da parte dell’Ispettorato nazionale del Lavoro, ritengo che trattasi di un massimo di 5 lavoratori a tempo indeterminato per l’intera azienda.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 471 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho un lavoratore disabile che ha superato il periodo di comporto, posso licenziarlo?

Deve tener necessariamente presente che le assenze per malattia legate alle condizione di disabile del lavoratore non rientrano nel periodo di comporto, mentre se le assenze fanno riferimento ad altre

La legge prevede l’esenzione triennale anche per i tempi determinati confermati a tempo indeterminato. Vale solo per i tempi determinati già in atto al 01/01/2015, o anche per le assunzioni fatte oggi a tempo determinato, che verranno confermati  entro  il  31.12.2015?

Qualsiasi tempo determinato che verrà trasformato a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2015 sarà soggetto a decontribuzione/ esenzione (sempreché non finiscano prima i soldi a disposizione dell’Inps); ciò indipendentemente

2 Commenti

  1. Fabio
    giugno 16, 15:29 Reply

    Buonasera, un azienda che ha 6 lavoratori subordinati con un contratto a tempo partime a 20 ore settomansli ( Ccnl pubblici esercizi) può effettuare i contratti a prestazioni occasionale? In questo caso vengono rispettsti i limiti numerici?
    Grazie per la disponibilità.
    Fabio

    • Roberto
      giugno 18, 07:45 Reply

      Certo. I lavoratori a tempo parziale sono computati in proporzione all’orario svolto, rapportato al tempo pieno (art. 9 – D.L.vo 81/2015).

Lascia un commento