Inps: andamento nuovi voucher

Inps: andamento nuovi voucher
image_pdfimage_print

L’Inps fa il punto della situazione a cinque giorni dalla nascita dei nuovi voucher : il Libretto famiglia e il contratto prestazione occasionale. Nei primi cinque giorni di operatività delle prestazioni di lavoro occasionali, introdotte dalla legge di conversione del decreto legge n. 50/2017 (art. 54-bis) la piattaforma telematica predisposta dall’Inps ha garantito la gestione delle relative attività.

Nei primi giorni, precisamente dal 10 al 14 Luglio, attraverso il sito, si sono registrati: 1.119 datori di lavoro che utilizzeranno il Libretto Famiglia, la tipologia di contratto occasionale riservata alle famiglie e alle persone fisiche non nell’esercizio di attività di impresa; 1.907 datori di lavoro che usufruiranno di prestatori di lavoro seguendo le linee guida previste dal Contratto di prestazione occasionale, la tipologia contrattuale prevista per le aziende, associazioni, fondazioni ed altri enti, basata su un compenso minimo giornaliero di 36,00 euro per un massimo quattro ore di prestazione (nel settore agricolo la retribuzione minima varia in funzione delle fasce contrattuali); 897 lavoratori.

Il contact center Inps ha erogato: 2.297 servizi informativi; 354 servizi dispositivi. Lo scarso utilizzo, da parte dell’utenza, dei servizi dispositivi del contact center rispetto al totale delle operazioni eseguite dimostra come la procedura telematica risulti di semplice utilizzo. In particolare, circa il 90% delle operazioni di registrazione sono state effettuate direttamente da datori di lavoro e lavoratori, e solo nel 10% dei casi attraverso il ricorso al contact center dispositivo. Una volta registrati, datori di lavoro e lavoratori possono avviare lo svolgimento delle prestazioni lavorative.

Per quanto riguarda il contratto di prestazione occasionale, il datore di lavoro deve trasmettere, attraverso la piattaforma telematica e almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione, i dati necessari per consentire all’Inps il pagamento delle prestazioni al lavoratore nonché l’accredito dei contributi previdenziali sulla sua posizione pensionistica. L’Inps effettuerà il pagamento il giorno 15 del mese successivo allo svolgimento della prestazione. Per le prestazioni svolte attraverso il Libretto Famiglia, la trasmissione può essere effettuata dopo la prestazione, purché entro il terzo giorno del mese successivo al suo svolgimento. Prima di avviare la prestazione, i datori di lavoro devono versare la provvista finanziaria necessaria per il pagamento del compenso al lavoratore e la regolarizzazione della sua posizione previdenziale, attraverso l’utilizzo del mod. F24 Elide.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento