Cassazione, somministrazione irregolare, limiti al risarcimento del danno – Sentenza n. 18861del 08-09-2014

image_pdfimage_print

Per la terza volta in pochissimi giorni (si vedano ns. precedenti news del 25.08.2014 e dell’ 8.09.2014) la Cassazione, con Sentenza n. 18861 dell’ 8.09.2014, ha ancora una volta affermato il principio secondo cui, in caso di somministrazione irregolare e di conseguente conversione del rapporto di lavoro in capo all’azienda utilizzatrice, riguardo al risarcimento del danno spettante al lavoratore si applica l’art. 32 della Legge n. 183/2010 (c.d. Collegato Lavoro) e quindi il limite tra le 2,5 e le 12 mensilità dell’ultima retribuzione globale di fatto.

pdf-icon   Sentenza n. 18861 dell’ 8.09.2014

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Lavoro agile: parte la comunicazione obbligatoria degli accordi

Parte, dal 15 novembre, l’obbligatorietà della comunicazione degli accordi sullo Smart working. Per denunciare l’accordo è obbligatorio utilizzare la piattaforma telematica cliclavoro.gov.it. L’accesso sarà garantito dalla propria identità digitale (Spid,

Assolavoro: nel secondo trimestre 2017 somministrazione in aumento del 23,2% su 2016

Il lavoro in somministrazione in Italia è in netta crescita, i dati sono incoraggianti e testimoniano una crescente fiducia da parte di imprese e lavoratori nei confronti delle Agenzie per

Il MOG : monte ore garantito dal CCNL per le Agenzie per il Lavoro

Il nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per la categoria delle Agenzie per il Lavoro, sottoscritto il 27 febbraio scorso, ha introdotto uno strumento del tutto nuovo nel nostro ordinamento.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento