Bonus asili nido: al via la richiesta all’ Inps

Bonus asili nido: al via la richiesta all’ Inps
image_pdfimage_print

Oggi 17 luglio parte la possibilità della richiesta da parte dei genitori di bambini nati dal 1° Gennaio del bonus di 1000 euro per le rette degli asili nido o per l’assistenza domiciliare in caso di patologie gravi da fare presso l’ Inps . La domanda, spiega l’istituto di previdenza che ha la gestione dei 144 milioni stanziati per l’occasione, può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in possesso dei requisiti richiesti.

Il bonus asilo nido, come viene chiamato, verrà assegnato con cadenza mensile, quindi 1000 euro in 11 mensilità da 90,91 euro. La somma verrà accreditata direttamente al beneficiario che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e certificata. In tutti i casi, il bonus non potrà esser maggiore della retta. Si dovrà fare attenzione perché il bonus non sarà cumulabile con le atre detrazioni previste per la frequenza degli asili nido. Non è poi sovrapponibile al bonus infanzia (contributo asilo nido-baby sitting).

L’Inps ha previsto che nel caso si dovesse fare richiesta per un rimborso delle rette da Gennaio fino a Luglio 2017, la procedura prevede di indicare in un primo momento gli estremi della documentazione attestante l’avvenuto pagamento delle rette e successivamente allegare le ricevute di pagamento. Per assicurarsi il bonus anche per i mesi da settembre e dicembre 2017, si dovrà dichiarare nella domanda che il minore è già iscritto per l’anno scolastico 2017/2018. Nel caso in cui il bambino sia iscritto per la prima volta all’asilo nido da settembre 2017, si dovrà presentare con la domanda la prova dell’avvenuta iscrizione e del pagamento almeno di una retta di frequenza. Solo in caso di asilo nido pubblico si potrà invece allegare la documentazione a prova dell’inserimento del minore in graduatoria e la previsione del pagamento differito.

Il bonus per l’assistenza domiciliare per patologia grave, invece, prevede la presentazione da parte del genitore, che risiede con il minore, di un attestato rilasciato dal pediatra che attesti per l’intero anno di riferimento “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”. In questo caso, i 1.000 euro vengono versati in unica soluzione.

Vista il limite dello stanziamento di 144 milioni di euro, la graduatoria sarà in ordine di richieste fino all’esaurimento dei fondi stabiliti.

I requisiti, da confermare alla presentazione della documentazione ogni mensilità rispetto a quanto dichiarato inizialmente, sono:

  • cittadinanza italiana
  • cittadinanza UE
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea; (art. 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30)
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea (art. 17, d.lgs. 30/2007)
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria
  • residenza in Italia
  • relativamente al contributo asilo nido, il richiedente è il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta
  • relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

FERRERO: SELEZIONI APERTE

Ferrero, multinazionale italiana specializzata in prodotti dolciari, attualmente nel territorio nazionale seleziona Junior Brand Manager e Assistente Marketing per la sede di Alba. Per verificare tutte le posizioni aperte e per

DAL 2009 +165,4% IMPRESE NELL'E-COMMERCE, CRESCONO SPECIALISTI ICT

Le tecnologie digitali, web in testa, stanno rivoluzionando profondamente il modo di fare impresa in Italia. Anche nella distribuzione commerciale e nella ricettività turistica in Italia, dove sono sempre di

GIORNALISTI: BANDO PER PROFESSIONISTI

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, ha indetto la 124ª sessione di esami per la prova di idoneità professionale per l’iscrizione nell’elenco dei Giornalisti Professionisti. I requisiti per l’ammissione sono,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento