Lavoro, Poletti: sul salario minimo il governo non interviene

Lavoro, Poletti: sul salario minimo il governo non interviene
image_pdfimage_print

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti parlando a margine di un convegno della Uil esprime: “Finora con il governo Renzi e quello Gentiloni abbiamo cercato di costruire un punto di equilibrio tra ciò che fa la legge e ciò che fanno le parti. Nel Jobs Act avevamo la delega sul salario minimo. Abbiamo scelto di non intervenire perché c’era una discussione aperta sul fatto che in Italia c’è un gran numero di contratti con una copertura larghissima. La definizione di un salario minimo sarebbe stata riferibile a numero limitato di imprese e lavoratori non coperti da questa contrattazione”.

“La nostra scelta – ha continuato – è che le parti abbiano una loro responsabilità e che la debbano esercitare. E’ la nostra posizione, devono fare quello che compete loro, noi dobbiamo creare il contesto migliore possibile affinché trovino convenienza nel fare le scelte. Continuiamo su questa strada di sollecitazione reciproca, ognuno a fare la parte che compete”, ha concluso il ministro del lavoro.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Istat: il PIL è salito del 1,4%, mai così dal 2010

Nel 2017 l’economia italiana è cresciuta mediamente dell’1,4% in relazione all’anno precedente. Una rilevazione dell’Istat, infatti, stima in questa misura la crescita del PIL, in termini grezzi, basati su dati

RCS LIBRI, TUTELARE POSTI DI LAVORO

La vendita della Rcs Libri, cassaforte culturale del gruppo editoriale, pone il tema della ricaduta occupazionale dell’operazione. Lo teme il segretario Cgil dei lavoratori della comunicazione, a parere del quale

Autogiustificazione per i primi tre giorni di malattia

Un’ autogiustificazione per i primi tre giorni di malattia, questa è la proposta di legge presentata da dal senatore dell’Italia dei valori Maurizio Romani, è appena approdata in commissione Affari

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento