Contratto metalmeccanici , al via il rinnovo per 300mila

Contratto metalmeccanici , al via il rinnovo per 300mila
image_pdfimage_print

Trovato l’accordo sul rinnovo del contratto dei metalmeccanici tra Unionmeccanica Confapi e Fim, Fiom e Uilm al termine di una negoziazione lunga e faticosa. A fare sapere dell’intesa unitaria che coinvolge 300mila lavoratori, una nota di Fim Fiom e Uilm che definisce l’accordo “fortemente innovativo”.

L’ eventualità di intesa presume una durata quadriennale con un aumento sui minimi calcolato su base Ipca a partire dal 1° novembre 2017 e l’erogazione a titolo di “una tantum” di 80 euro nella busta di ottobre 2017. Si prevede anche un versamento alla sanità integrativa pari a 60 euro con decorrenza dal 1° gennaio 2018 nonché la continuità dei versamenti all’ente bilaterale di settore che garantirà ulteriori prestazioni alle aziende e ai lavoratori. Nel triennio 2018-19-20 saranno erogati 150 euro come “flexible benefits” mentre sono state adeguate le percentuali di versamento al Fondapi, Fondo di Previdenza integrativa, fino ad un massimo del 2%.

La possibilità di un accordo, ora, dopo l’concessione degli organismi di Fim, Fiom e Uilm, sarà approvata dalla consultazione certificata che verrà svolta nelle assemblee che partiranno a breve nei posti di lavoro, anche tramite voto segreto dalla maggioranza dei lavoratori metalmeccanici interessati.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Manovra: tetto Isee per bonus mamma e nido

Nella nuova manovra è previsto un tetto Isee per il bonus mamma e per quello nido. Questi due emendamenti, presentati dal Pd e approvati dalla commissione Affari sociali della Camera,

Audizione di Assolavoro sui servizi pubblici per l’impiego

Assolavoro sarà audita oggi alle 14:30 presso la XI Commissione permanente Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale del Senato della Repubblica, nel quadro di una indagine conoscitiva sul funzionamento dei

Manovra: Padoan conferma la crescita

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan in occasione dell’audizione sul Def sottolinea che gli interventi per le politiche sociali della prossima manovra avranno un effetto sul Pil del +0,1% e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento