fbpx

Lavoro giovani: contributi al 15% per i neoassunti

Lavoro giovani: contributi al 15% per i neoassunti

Nel dossier allo studio del Team economico di Palazzo Chigi, la possibilità di passare al 15% i contributi per i giovani neoassunti, circa 300 mila al primo impiego a tempo indeterminato. Il piano al vaglio del Governo punta ad una riduzione del cuneo fiscale per le aziende che assumono, e riguarderebbe circa 300 mila giovani al primo impiego a tempo indeterminato, la leva su cui operare è un dimezzamento dei contributi che passerebbero dagli attuali 30-33% ad una percentuale del 15%. La misura sarebbe indicata per le assunzioni stabili per gli under 35.

Secondo i calcoli del Governo lo sgravio per le imprese ammonterebbe a circa 900 milioni di euro per il primo anno per poi salire, una volta a regime completo, a 1,5-2,5 miliardi annui. L’incentivo sarà comunque un po’ più selettivo di quello precedente, infatti, per accedervi non si dovrà aver avuto contratti nei mesi precedenti e si premieranno le aziende che non licenziano. Tutto questo sarà in linea di massima paragonabile al precedente sgravio del Jobs Act e fissato ad un tetto massimo di 3.250 euro per anno.

Marco Leonardi, a capo del team economico del Governo infatti ribadisce –“L’incentivo sarà più selettivo del precedente, non bisognerà infatti avere avuto rapporti a tempo indeterminato nei mesi passati, e la misura punterà essenzialmente a premiare le aziende che non licenziano. Si confermerebbero invece modalità di fruizione dello sgravio telematiche piuttosto agevoli. Pensiamo – sottolinea Leonardi – di replicare il meccanismo messo a punto per il “bonus occupazionale” di Garanzia giovani, che scadrà a fine anno, finanziato con 200 milioni di fondi Ue, e che sta funzionando piuttosto bene: da gennaio a maggio sono state presentate all’Inps oltre 38mila domande per ottenere l’incentivo”

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

SICILIA, FLOP GARANZIA GIOVANI

In Sicilia sono 46.306 i tirocini attivati con Garanzia giovani, ma appena 63 le stabilizzazioni, in base ai dati della Cgil. “C’è chi lamenta orari di lavoro improponibili – racconta

BIP ASSUME IN ITALIA E ALL'ESTERO

Centocinquanta opportunità subito. Altre cento nei prossimi sei mesi. Business Integration Partners (Bip), multinazionale nata nel 2003 che opera nella consulenza direzionale nei settori operations, strategy e information technology, assumerà da

INGLESI CRITICANO CORTE GIUSTIZIA EUROPEA SU LAVORO

Dura risposta degli imprenditori inglesi alla sentenza di ieri della Corte di Giustizia europea sugli spostamenti che valgono come orario di lavoro. Le Camere di commercio del Regno Unito puntano

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.