PIL: aumento grazie a Industria 4.0

PIL: aumento grazie a Industria 4.0
image_pdfimage_print

 

Le speranze di aumento del PIL grazie al Piano Nazionale chiamato Industria 4.0 sono diventate realtà. Tutte quelle risorse messe a disposizione delle imprese italiane che avrebbero dovuto portare un cambiamento radicale del modo di intendere il mondo dell’industria, sta portando pian piano i suoi frutti. Infatti il dato che tutti si aspettavano sul prodotto interno lordo sono stati rispettati.

“Gli effetti di oggi dell’incremento di Pil che vediamo nel Nord-Est, in alcune aree del Sud e nel Nord del Paese sono l’effetto degli strumenti del piano nazionale 4.0”. Lo ha affermato Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, a margine dell’assemblea annuale di Confindustria Firenze. “Questo – ha continuato – ci dice di continuare su quella direzione, che è la politica che abbiamo definito dell’offerta, cioè imprese che si sviluppano, aumenta il Pil, aumenta l’export, aumenta l’occupazione e si crea il circolo virtuoso dell’economia: non arretrare su quella stagione di riforme, e continuare ad andare avanti, perché gli effetti di oggi dimostrano che si aveva ragione con quel piano, che tra l’altro il governo ha definito molto chiaramente e che sta dando effetti”. Secondo Boccia “per il medio periodo occorre continuare su questa strada di un piano di medio termine, considerando che non c’è dicotomia, come abbiamo sempre detto, fra imprese e famiglie. Perché più lavoro per le imprese significa lavoro per le famiglie e per i giovani nel Paese”.

Questo dato fa ben sperare per il futuro del settore industriale italiano, che forte di una spinta di innovazioni e apertura alla digitalizzazione, vuole concorrere sempre con più forza nel mercato europeo e mondiale.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Boeri e lo scontro con la Camera: pensioni, giovani e lavoro

Tito Boeri, presidente dell’Inps, continua lo scontro con la Camera dei Deputati. Questa volta il contenzioso è il dato sui contributi previdenziali versati dai parlamentari, presenti e passati, che Boeri

BCE, CRESCITA NON CREA ANCORA LAVORO

La crescita ancora non è abbastanza forte per creare un sufficiente numero di posti di lavoro, secondo il componente del board della Banca Centrale Europea, Benoit Coeure. Il banchiere sostiene,

FABBRI 1905 SELEZIONA PERSONALE IN TUTTA ITALIA

Fabbri 1905 è alla ricerca di personale da inserire nel proprio organico anche con contratto di lavoro a tempo indeterminato: le offerte di lavoro sono aperte in tutta Italia. Fabbri produce e vende semilavorati per

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento