Sud e impresa: una su 4 è donna

Sud e impresa: una su 4 è donna
image_pdfimage_print

Le imprese del meridione, malgrado la crisi che va avanti ormai da molti anni, hanno un primato importante, infatti, un’impresa su 4 è donna. Il mezzogiorno spicca per questo dato di notevole prestigio. Forti di un numero di circa 475 mila imprese, le donne rappresentano il 36% del milione e 316 mila imprese femminili registrate in tutto il paese. Inoltre, il loro contributo nel tessuto socio-economico italiano è maggiore rispetto alle altre realtà territoriali.

Nel meridione il tasso di femminilizzazione, cioè il rapporto tra il totale delle imprese e la componente femminile, è del quasi 24%, dato che supera di due punti percentuali quello medio nazionale (21,75%), di un punto percentuale il Centro (dove le imprese sono 299 mila e il tasso è del 22,57%), e quasi di 4 punti percentuali il Nord-Est e Nord-Ovest, che con quasi 231 e 312 mila imprese, raggiungono rispettivamente il 20,03% e 19,92%.

Nella classifica per tasso di femminilizzazione divisa per Regioni, il Sud mette nella top ten 7 realtà regionali. Nella graduatoria il Molise (9.853 imprese guidate da donne, pari al 28,11% del totale), Basilicata (15.956, 26,71%), e Abruzzo (37.916, 25,78%) sui gradini più alti del podio. Trentino Alto Adige, Lombardia e Veneto le regioni nelle quali, al contrario, le imprese a trazione femminile incidono meno sul totale.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

CONSULENTI LAVORO SU JOBS ACT

Un documento contenente le proposte di modifica ai decreti attuativi del Jobs Act. E’ quello presentato dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro in audizione presso la commissione Lavoro della

VIGILI DEL FUOCO: CONAPO, IN ARRIVO 593 ASSUNZIONI STRAORDINARIE

“Via libera della quinta commissione bilancio della Camera dei deputati all’assunzione straordinaria di ulteriori 593 vigili del fuoco. Di questi, 193 saranno assunti mediante finanziamento per il 2016 dell’anticipo del

STEFANO SACCHI NOMINATO COMMISSARIO DELL’ISFOL

Il ministro del Lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti, ha nominato Stefano Sacchi commissario dell’Isfol. La nomina fa seguito alle dimissioni del presidente dell’Istituto, Pietro Varesi, e di due

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento