Industria 4.0 già vale 1,7 miliardi

Industria 4.0 già vale 1,7 miliardi
image_pdfimage_print

In dodici mesi è cresciuta la familiarità del valore di Industria 4.0. Le aziende nostrane hanno mostrato nell’ultimo anno una maggiore consapevolezza del piano nazionale, che ad oggi muove un mercato di 1,7 miliardi di euro. Un grandissimo potenziale che però rimane ancora inespresso, infatti, molte aziende stanno ancora studiando gli investimenti da fare.

Queste sono le conclusioni dello studio dell’Osservatorio Industria 4.0 condotto dalla School of management del Politecnico di Milano. Nel sondaggio condotto su 241 imprese per capire il grado di conoscenza del Piano nazionale, solo 8 su 100 dichiarano di non essere a conoscenza di tecnologie applicabili alla filiera produttiva (nel 2016 la percentuale era del 38%).

Tra i conoscitori del Piano italiano si stanno programmando gli investimenti agevolati (in attesa di capire cosa ne resterà con la prossima legge di bilacio). Oltre la metà (52%) ha deciso di usufruire del “superammortamento al 140%”, ed oltre un terzo (36%) ha deciso di sfruttare il più vantaggioso,  ma anche più restrittivo, “iperammortamento al 250%”, che la Confindustria sta provando a difendere con tutte le forze. Non a caso, il 70% delle aziende intervistate vorrebbe un’estensione temporale del Piano oltre la fine del 2017.

Superato lo scoglio culturale si aprono nuove sfide per le imprese, bisogna disegnare i progetti sulle specificità di ciascuna realtà. Il pieno impatto della trasformazione 4.0 si avra tra 10-15 anni e vanno formulate strategie e roadmap con lungimiranza. Per dotarsi delle competenze mancanti, però, solo l’8% delle aziende dice che selezionerà nuovo personale o avvierà collaborazioni sulle professionalità chiave dell’Industria 4.0.

Fonte: Repubblica

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

GARANZIA GIOVANI: DATI SUPER BONUS

Nei primi quattro mesi di attuazione, il ‘Super-Bonus occupazionale trasformazione tirocini’ fa registrare 5.412 contratti di lavoro attivati, di cui 2.020 contratti a tempo indeterminato e 3.392 contratti di apprendistato

Produzione industriale: +4,1% ad agosto

L’Istat ha riferito che la produzione industriale ad agosto 2016 è cresciuta dell’1,7% rispetto a luglio 2016 e del 4,1% da agosto 2015, nei dati corretti per gli effetti di

Il Made in Italy che vince: in un anno franato l’import grano dal Canada a favore di quello italiano

Nell’ultimo anno il prodotto cerealicolo importato dal Canada ha subito una riduzione del 50%, nel periodo che va dall’agosto 2017 al luglio 2018, il sistema per valorizzare i grani, antichi

1 Commento

Lascia un commento