Precari nella Pubblica amministrazione

Precari nella Pubblica amministrazione
image_pdfimage_print

Secondo i dati forniti dall’Istat , in Italia si sfiorano quasi mezzo milione di lavoratori precari nella Pubblica amministrazione. Il dato che emerge dai primi risultati è piuttosto allarmante, infatti, secondo il censimento permanente dell’Istat sulle istituzioni pubbliche, gli enti pubblici attivi sono 12.874 che impiegano 3.305.313 lavoratori dipendenti, di cui, 293.804 con un contratto a tempo determinato, che ammontano all’8,4%, e 173.558 non dipendenti, come lavoratori temporanei e collaboratori. Quindi, allo stato delle cose, tra contratti a termine e lavoratori atipici, la Pubblica amministrazione ha fra le sue fila 467.362 lavoratori precari. Per la prima volta sono stati censiti anche altri settori, come le Forze di sicurezza, le Forze armate e i dipendenti pubblici impiegati all’estero.

I dati sulle “quote rosa” ci restituiscono un dato positivo per i dipendenti donne, con una percentuale del 56%, con un massimo negli enti del Sistema Sanitario Nazionale che sfiora quasi il  65%.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

RINASCENTE: STAGE E ASSUNZIONI PER DIVERSI PROFILI

Il gruppo Rinascente è da anni leader nel settore moda, accessori, beauty, casa, design e gourmet, oggi è alla ricerca di nuove figure da inserire nell’organico dei suoi 11 negozi che si trovano nel cuore delle principali città italiane.

DECATHLON ASSUME A GROSSETO

Decathlon offre 27 posti di lavoro per Venditori sportivi e Responsabili di reparto da inserire in negozio, ed è alla ricerca di appassionati/e di sport, anche studenti universitari disponibili a lavorare il sabato e la domenica per

BANKITALIA. OCCUPAZIONE IN RIPRESA

L’aumento dell’occupazione dipendente a inizio 2015 è legato alle misure del governo: un terzo al Jobs act e due terzi agli sgravi contributivi per le assunzioni stabili. Lo sottolinea Bankitalia,nel

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento