Lavoratori stagionali e l’uso massiccio dei voucher

Lavoratori stagionali e l’uso massiccio dei voucher
image_pdfimage_print

La stagione estiva è alle porte, e i Lavoratori stagionali sono già sulla corda. Questa estate, infatti, si prevede l’uso massiccio dei nuovi voucher. La paura dei lavoratori stagionali è fondata, secondo i dati dell’anno scorso le aziende del settore turistico, in genere con pochi dipendenti, come bar, stabilimenti balneari, ristoranti e piccoli alberghi, hanno fatto un largo uso dei voucher. Secondo i dati Istat, i voucher riscossi sono stati circa 22 milioni e hanno riguardato poco meno di 350 mila lavoratori. In media, ogni lavoratore del settore turismo ha incassato 64 voucher per una media di circa 480 euro. L’uso indiscriminato di questo tipo di strumento, secondo la CGIL, porterà ad un peggioramento delle condizioni di lavoro per i stagionali e ad un maggior precariato, dando terreno fertile al lavoro in nero. Il sindacato del terziario, del commercio e del turismo CGIL ha infatti promosso una campagna mediatica ,chiamata Conosci le tue carte, in modo da sensibilizzare i lavoratori stagionali del settore turismo su tutto quello che riguarda questo tipo di attività in Italia. Evidenziare tutte quelle criticità che la mancanza di conoscenza può portare, e sottolineare la consapevolezza e la conoscenza necessaria a chi svolge questo lavoro.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento