Inail , stop domande fondi bandi Isi e Isi agricoltura

Inail , stop domande fondi bandi Isi e Isi agricoltura
image_pdfimage_print

Nel pomeriggio di oggi si è concluso il “click day” per l’accesso alle domande per fondi stanziati dall’ Inail con i bandi Isi e Isi agricoltura. I fondi stanziati ammontano a circa 290 milioni di euro e in 20 mila hanno inserito le credenziali associate al proprio progetto per la prima fase prevista dalla procedura dei due bandi. Le domande saranno prese in considerazione in ordine cronologico di iscrizione al sito, e i finanziamenti saranno erogati fino ad esaurimento. L’Inail ha messo a disposizione ,nel bando Isi 2016, incentivi a fondo perduto pari a 244.507.756 di euro, a sostegno della realizzazione di progetti di miglioramento della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro per tutte quelle aziende iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. Il contributo sarà pari al 65% dell’investimento previsto per ciascun progetto, fino ad un massimo di 130 mila euro.

I fondi predisposti invece per Isi agricoltura saranno pari a 45 milioni di euro e dovranno essere utilizzati per l’acquisto di mezzi agricoli innovativi caratterizzati da soluzioni per la maggiore sicurezza e minor rumorosità. Il contributo in conto capitale per ciascun progetto è pari al 40% dell’investimento (50% nel caso dei giovani agricoltori), fino a un massimo di 60mila euro.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

CGIL, INVESTIRE AL SUD

Le imprese debbono investire nel Mezzogiorno per ridurre il divaro crescente tra Nord e Sud, invece l’unico tema che ripropongono è quello della riduzione del costo del lavoro e dei

UNIONCAMERE, 227MILA POSTI DI LAVORO OFFERTI DALLE IMPRESE TRA GENNAIO E MARZO

Tra gennaio e marzo, le imprese italiane offriranno un lavoro a 227mila persone. Rispetto allo stesso periodo del 2015, i lavoratori che entreranno in azienda saranno l’8,4% in più. Quasi

PREPENSIONABILI? 2 MILIONI

Gli occupati tra i 58 e i 63 anni, la platea dei potenziali destinatari delle misure di flessibilità in uscita dal lavoro, sono quasi due milioni, due terzi dei quali

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento