Accordo sulle “linee guida in materia di tirocini formativi e di orientamento” [ Conferenza Stato-Regioni ]

Accordo sulle “linee guida in materia di tirocini formativi e di orientamento” [ Conferenza Stato-Regioni ]
image_pdfimage_print

La Conferenza Stato-Regioni del 25 maggio si è espressa positivamente in merito all’Accordo sulle “linee guida in materia di tirocini formativi e di orientamento”, (articolo 1, commi da 34 e 36, L.92/2012).

La Conferenza esprime avviso favorevole all’accordo, condizionato all’accoglimento delle seguenti proposte di modifica:

• Riformulare l’articolo 2, comma. 2 nel seguente modo:
“La durata minima del tirocinio non può essere inferiore a due mesi, ad eccezione del tirocinio svolto presso soggetti ospitanti che operano stagionalmente, per i quali la durata minima è ridotta ad un mese, e del tirocinio rivolto a studenti, promosso dal servizio per l’impiego e svolto durante il periodo estivo, per il quale la durata minima è di 14 giorni.
Nell’ambito dei massimali previsti, la durata effettiva del tirocinio è indicata all’interno del PFI e deve essere congrua in relazione agli obiettivi formativi da conseguire”.

• Riformulare l’articolo 14, ultimo comma, nel seguente modo:
“Le Regioni e le Province Autonome si impegnano ad operare per promuovere il corretto utilizzo dei tirocini anche mediante la stipula di appositi protocolli di collaborazione con le sedi territoriali dell’I.N.L., nel cui ambito verrà regolato il flusso informativo dei provvedimenti sanzionatori adottati. Nello specifico verranno approntate opportune misure atte a favorire il conseguimento delle finalità dello strumento.”

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Incentivo Reddito di Cittadinanza per le aziende che assumono con contratto di somministrazione

Platea Soggetti beneficiari del Reddito di Cittadinanza (di seguito “RdC”). Quali sono i requisiti per avere il RdC? Bisogna essere cittadini italiani, europei (o loro familiari titolari di diritto di

Somministrazione : sempre applicabile l’indennità risarcitoria omnicomprensiva dell’art. 32. Liquidare un’indennità a forfait o un indennizzo omnicomprensivo è la tendenza normativa[L. Peluso]

Con la recentissima Sentenza n. 14032, del 7 luglio 2015, la Cassazione ha avuto modo di confermare ancora una volta che si applica l’indennità risarcitoria omnicomprensiva, prevista dall’art. 32 della

Al via la campagna di comunicazione ” Costruisci il tuo futuro “

Il 15 maggio 2014 il Parlamento ha convertito nella Legge n.78 del 16 maggio 2014, il Decreto Legge n. 34/2014, introducendo nuove misure innovative sul mercato del lavoro per favorire il rilancio dell’occupazione e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento