Cir.88 – agevolazioni per la frequenza di asili nido – istruzioni per la domanda telematica [INPS]

Inps

L’Inps, con la circolare n. 88 del 22 maggio 2017, fornisce le istruzioni operative per la presentazione della domanda telematica per le agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati, di cui all’articolo 1, comma 355 della Legge 11 dicembre 2016, n. 232.

Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS che, su domanda del genitore, provvede al pagamento dell’importo fino ad un massimo 1000 euro.

In sede di presentazione dell’istanza sarà necessario specificare l’evento per il quale si richiede il beneficio e precisamente:

a)   Pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati (d’ora in poi denominato “Contributo asilo nido”);

b)   Introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione a favore dei bambini affetti da gravi patologie croniche (d’ora in poi denominato “Contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione”).

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1303 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Somministrazione : Bonus all’azienda solo se l’assunzione avviene sei mesi dopo il rapporto con l’agenzia [tabella agevolazioni]

L’esonero contributivo previsto dalla legge di stabilità 2015 spetta anche alle agenzie per il lavoro per i contratti di somministrazione, ma ci sono una serie di requisiti da rispettare. E,

Uso di Facebook durante l’orario di lavoro e licenziamento [Cassazione]

Con sentenza n. 3133 del 1° febbraio 2019, la Corte di Cassazione, confermando la decisione della Corte di Appello di Brescia, ha affermato la legittimità del licenziamento di una impiegata amministrativa a tempo

Licenziamento illegittimo – Respinto il ricorso con la sentenza n°31529

Il ricorso del lavoratore nei confronti del datore di lavoro Licenziamento illegittimo. Il 3 Dicembre 2019 la Corte di Cassazione ha emanato la sentenza n. 31529 in merito a un caso

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento