Ho urgenza di incrementare l’ orario di un dipendente disabile per computarlo, attualmente è in malattia e non so quando rientra. ​ E’ possibile incrementare comunque l’ orario di lavoro?

Ho urgenza di incrementare l’ orario di un dipendente disabile per computarlo, attualmente è in malattia e non so quando rientra. ​ E’ possibile incrementare comunque l’ orario di lavoro?

Se il lavoratore disabile è in part-time, qualsiasi rimodulazione definitiva dell’ orario di lavoro deve essere condivisa ed accettata dal lavoratore, per cui se non rientra in azienda non può essere rivisto l’orario. Cosa diversa è l’incremento orario per brevi periodi, per il quale deve essere presente, nel contratto individuale, la clausola elastica; comunque, in questo secondo caso, non si raggiunge lo scopo dell’azienda e cioè il computo del lavoratore ai sensi dell’art. 3 della 68/1999.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 556 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Con il decreto dignità, cosa succede se un contratto a termine ancora in essere, stipulato prima del 14/7/18, prevede una durata superiore ai 24 mesi?

In premessa, l’azienda deve verificare la durata massima dei contratti a termine previsti dal Ccnl di riferimento (primo periodo, del comma 2, dell’articolo 19, del decreto legislativo 81/2015). Nel caso

Un dipendente della nostra azienda ha presentato le dimissioni, ha un bimbo di età inferiore ai 3 anni, mi riferisce che la Direzione del Lavoro gli ha dato istruzioni di presentarsi …

Un dipendente della nostra azienda ha presentato le dimissioni, ha un bimbo di età inferiore ai 3 anni, mi riferisce che la Direzione del Lavoro gli ha dato istruzioni di

È vero che il Ministro del Lavoro ha previsto dei controlli per chi ha assunto dei lavoratori con l’incentivo del jobs act?

Il Ministero del Lavoro ha notato alcuni comportamenti fraudolenti circa l’utilizzo improprio dell’esonero contributivo triennale previsto dalla Legge di Stabilità 2015 ed ha scritto ai propri ispettori (lettera circolare n.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento