Ho urgenza di incrementare l’ orario di un dipendente disabile per computarlo, attualmente è in malattia e non so quando rientra. ​ E’ possibile incrementare comunque l’ orario di lavoro?

Ho urgenza di incrementare l’ orario di un dipendente disabile per computarlo, attualmente è in malattia e non so quando rientra. ​ E’ possibile incrementare comunque l’ orario di lavoro?
image_pdfimage_print

Se il lavoratore disabile è in part-time, qualsiasi rimodulazione definitiva dell’ orario di lavoro deve essere condivisa ed accettata dal lavoratore, per cui se non rientra in azienda non può essere rivisto l’orario. Cosa diversa è l’incremento orario per brevi periodi, per il quale deve essere presente, nel contratto individuale, la clausola elastica; comunque, in questo secondo caso, non si raggiunge lo scopo dell’azienda e cioè il computo del lavoratore ai sensi dell’art. 3 della 68/1999.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 466 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ci sono novità in merito al prospetto informativo sui disabili che è previsto annualmente per il 31 gennaio?

No, ad oggi non vi è alcuna modifica sia in merito alla scadenza che ai dati da inserire nel prospetto informativo sui disabili . Si ricordi che il prospetto va

Come si calcola l’anzianità di effettivo lavoro per la cassa integrazione?

In linea di massima la definizione di “anzianità di effettivo lavoro” per il calcolo dei 90 giorni presso l’unità produttiva, ai fini del trattamento di integrazione salariale ordinario e straordinario

In caso di risoluzione consensuale è dovuto il ticket sui licenziamenti?

Le risoluzioni consensuali sono di 2 tipi: 1.       Quella durante il tentativo obbligatorio di conciliazione previsto in caso di licenziamenti per GMO (art. 7 della legge n. 604/1966 come modificato dall’art.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento