fbpx

Licenziamento per rimborsi spese “gonfiati” [Cassazione]

cassazione

Con sentenza n. 8820/2017, la Corte di Cassazione ha affermato che con riguardo ad un licenziamento adottato nei confronti di lavoratori che presentano rimborsi spese per pranzi “gonfiati”, è onere del datore di lavoro provare la fondatezza degli addebiti posti alla base del recesso e, in modo particolare, la prova della falsità della partecipazione di terzi ai pranzi per i quali si è richiesto il rimborso.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Valenza della firma per ricevuta sulla busta paga [Cassazione]

Con ordinanza n. 21699/2018, la Corte di Cassazione ha affermato che la firma per ricevuta del lavoratore sulla busta paga, non dimostra l’effettivo pagamento della somma indicata sul documento. I giudici

Criteri distintivi per un contratto a progetto ( Cassazione )

La  Cassazione, con sentenza n. 22289 del 21 ottobre 2014, ha ribadito come ogni attività umana, economicamente rilevante, può essere oggetto sia di rapporto di lavoro subordinato che di lavoro autonomo e che

INPS: esoneri per calamità alle aziende agricole – chiarimenti

L’INPS ha emanato il messaggio n. 2082 del 22 maggio 2018, con il quale fornisce alcuni chiarimenti in merito agli esoneri per calamità alle aziende agricole ai sensi del decreto legislativo 29 marzo 2004,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.