Le tipologie contrattuali più utilizzate in Italia dal 2012 al 2016

Le tipologie contrattuali più utilizzate in Italia dal 2012 al 2016

Riprendendo quanto indicato dal Ministero del Lavoro, sui  movimenti dei rapporti di lavoro in Italia registrati dal Sistema delle Comunicazioni Obbligatorie, abbiamo elaborato i seguenti grafici che forniscono un quadro delle tipologie contrattuali più utilizzate in Italia (periodo 2012-2016).

Possiamo vedere:

  • i rapporti a tempo indeterminato sono calati di ben 690mila unità tra il 2015 ed il 2016;

OCCUPAZIONE-TI-2012-2016

  • indipendentemente dalla predisposizione di molti limiti all’utilizzo del contratto a tempo determinato, questa è la tipologia contrattuale in assoluto più utilizzata dalle aziende, nel corso degli ultimi anni;

OCCUPAZIONE-TD-2012-2016

  • le collaborazioni, anch’esse oggetto di limitazioni normative, hanno subìto un rallentamento di 270mila unità dal 2014 al 2016.

OCCUPAZIONE-CO-2012-2016

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 496 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

La persona al centro: racconto di un sostegno concreto

  Molti lavoratori hanno modo di apprezzare il valore di EBITEMP, quale strumento di maggior tutela e sostegno in molteplici tipologie di situazioni. Durante il percorso di una vita, possono

Appalto di Servizi, quanto mi costi realmente !

Senza organizzazione e rischio di impresa dell’appaltatore scatta la condanna penale per l’imprenditore che si avvale delle prestazioni lavorative. In assenza di organizzazione autonoma e rischio di impresa l’appalto di

L. n. 161/2014, idonea documentazione in attesa del DVR , in caso di costituzione di nuova impresa e di rielaborazione della valutazione dei rischi

Disponibile, a cura di assolavoro.eu, una Nota esplicativa sulle novità introdotte dalla Legge europea 2013-bis limitatamente alle modifiche – che impattano (indirettamente) anche sul lavoro in somministrazione

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento