fbpx

Le tipologie contrattuali più utilizzate in Italia dal 2012 al 2016

Le tipologie contrattuali più utilizzate in Italia dal 2012 al 2016

Riprendendo quanto indicato dal Ministero del Lavoro, sui  movimenti dei rapporti di lavoro in Italia registrati dal Sistema delle Comunicazioni Obbligatorie, abbiamo elaborato i seguenti grafici che forniscono un quadro delle tipologie contrattuali più utilizzate in Italia (periodo 2012-2016).

Possiamo vedere:

  • i rapporti a tempo indeterminato sono calati di ben 690mila unità tra il 2015 ed il 2016;

OCCUPAZIONE-TI-2012-2016

  • indipendentemente dalla predisposizione di molti limiti all’utilizzo del contratto a tempo determinato, questa è la tipologia contrattuale in assoluto più utilizzata dalle aziende, nel corso degli ultimi anni;

OCCUPAZIONE-TD-2012-2016

  • le collaborazioni, anch’esse oggetto di limitazioni normative, hanno subìto un rallentamento di 270mila unità dal 2014 al 2016.

OCCUPAZIONE-CO-2012-2016

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 680 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Agenzie per il lavoro partner strategico per aziende competitive [ASSOLAVORO]

“Le aziende competitive sul piano nazionale e internazionale sono un patrimonio strutturale del nostro Paese. E non è casuale che individuino nelle agenzie per il lavoro un partner strategico per

Dati complessivi del primo trimestre 2017 sull’ occupazione

Nel primo trimestre del 2017 c’è stato un incremento del numero di occupati secondo i dati incrociati del Ministero del Lavoro, Istat, Inail e Inps, e inseriti nella nota trimestrale

Settore Automotive: analisi e prospettive dopo l’emergenza Covid-19

Il comparto dell’automotive è una delle filiere manifatturiere più importanti e complesse del nostro Paese. Ogni veicolo immesso nel mercato contiene mediamente circa 20 mila parti prodotte da diversi fornitori.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.