fbpx

Lavoro per una ditta sita in Lazio con sede legale in Lombardia. Posso utilizzare la normativa regionale Lombarda per un tirocinio extracurriculare o mi devo rifare alla normativa laziale?

Lavoro per una ditta sita in Lazio con sede legale in Lombardia. Posso utilizzare la normativa regionale Lombarda per un tirocinio extracurriculare o mi devo rifare alla normativa laziale?

Normativa regionale :

In merito al suo dubbio, Le faccio presente che l’articolo 2, comma 5-ter, del Decreto Legge n. 76/2013, convertito con la Legge n. 99/2013 stabilisce che: “Per i tirocini formativi e di orientamento di cui alle linee guida di cui all’Accordo sancito il 24 gennaio 2013 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, i datori di lavoro pubblici e privati con sedi in più regioni possono fare riferimento alla sola normativa della regione dove è ubicata la sede legale e possono altresì accentrare le comunicazioni di cui all’articolo 1, commi 1180 e seguenti, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, presso il Servizio informatico nel cui ambito territoriale è ubicata la sede legale”.

Ho visto che ha evidenziato un’altra frase presente all’interno dell’articolo 6 della Convenzione. La durata della Convenzione non è la durata del tirocinio che resta di 3 mesi, così come indicato nel progetto formativo.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 681 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È obbligatorio il periodo di preavviso, in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo?

Il lavoratore può essere dispensato dal periodo di preavviso. In questo caso, però, il datore di lavoro è tenuto a corrispondere l’indennità sostitutiva del preavviso che è pari alla retribuzione

E' possibile continuare a percepire lo straordinario a forfait in caso di maternità?

Ritengo che non sia il caso di erogare una forfettizzazione degli straordinari in caso di prolungata assenza della lavoratrice, in quanto potrebbe essere valutata da un giudice come una ulteriore

Nel contratto di Apprendistato è obbligatorio il Parere di conformità degli Enti bilaterali?

Il Decreto Legislativo 14 settembre 2011, n. 167, all’art. 2, comma 1, lett. a), stabilisce che il datore di lavoro deve:

2 Commenti

  1. Massimo
    Aprile 27, 20:43 Reply

    ho trovato, tramite agenzia interinale, un lavoro part-time da 20 ore settimanali, con contratto di apprendistato a tempo determinato nell’ambito delle telecomunicazioni (call-center inbound).
    Oggi mi è arrivata la convocazione per dopodomani come supplenza per un mese, in quanto inserito nelle graduatorie personale ATA 2018/2021.
    È possibile mettersi in aspettativa, così da firmare l’altro contratto da supplente personale ATA e poi poter tornare- a fine del lavoro – all’apprendistato in telecomunicazioni?”.

    • Roberto
      Aprile 28, 18:43 Reply

      E’ strano che lei abbia un contratto di appredistato a tempo determinato. Il rapporto di apprendistato è a tempo indeterminato. Detto questo, può richiedere l’aspettativa non retribuita che è subordinata all’autorizzazione della sua azienda.

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.