Può un lavoratore rifiutarsi di trasformare il proprio rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale o viceversa?

image_pdfimage_print

Il rifiuto del lavoratore alla trasformazione del rapporto non costituisce giustificato motivo di licenziamento.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 421 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

5 Commenti

  1. Redazione
    agosto 01, 15:02 Reply

    Avete ragione, ci scusiamo per l’errore.
    Confermiamo che:

    “Il rifiuto del lavoratore alla trasformazione del rapporto non costituisce giustificato motivo di licenziamento”

    Grazie per la segnalazione.

  2. nicola ingianni
    agosto 01, 13:03 Reply

    c’è un refuso di stampa: il rifiuto ……. non costituisce giustificato motivo di licenziamento

  3. Alessandro
    agosto 01, 12:35 Reply

    ma siete sicuri di quello che avete scritto?!?!?!

    • Redazione
      agosto 01, 15:05 Reply

      Il dott. Camera ci conferma che c’è stato un refuso nella ns pubblicazione.
      Grazie per la segnalazione.

Lascia un commento