Ho ricevuto dalla mia azienda un provvedimento disciplinare ingiusto. Come fare ricorso?

Ho ricevuto dalla mia azienda un provvedimento disciplinare ingiusto. Come fare ricorso?
image_pdfimage_print

L’articolo 7 dello Statuto dei Lavoratori prevede la possibilità, entro 20 giorni dalla notifica del provvedimento disciplinare, che il lavoratore ricorra al Collegio di conciliazione ed arbitrato previsto presso l’Ispettorato del Lavoro. La sanzione disciplinare resta sospesa fino alla pronuncia da parte del collegio stesso.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È possibile “girare” ad una azienda con noi collegata, un nostro dipendente che svolge attività di RSPP?

  A mio avviso, non è possibile inviare in distacco/trasferta un proprio RSPP per svolgere la medesima attività presso un’azienda collegata. La normativa parla di nomina, che deve avvenire da

Ci sono dei vincoli per quanto riguarda gli orari da poter far fare ai tirocinanti?

Innanzitutto, devo ritenere che i tirocinanti siano maggiorenni. Inoltre, ritengo che questa possibilità debba essere prevista dalla convenzione stipulata con il centro per l’impiego e deve essere indicata all’interno della

Ho un contratto a termine con un lavoratore altamente specializzato, che scade il 31 ottobre. Posso, alla scadenza, riprenderlo come co.co.co.?

Sono molto dubbioso sulla stipula di un contratto co.co.co. immediatamente dopo un contratto subordinato, per quanto a termine. Soprattutto in questo periodo, ove molte aziende stanno cercando l’alternativa al rapporto

2 Commenti

  1. SANTINI CATIA
    marzo 15, 22:11 Reply

    Buonasera, è possibile avere chiarimenti riguardo al seguente quesito: dipendente di una onlus settore emergenza sanitaria assunto con qualifica di autista soccorritore part time, può fare un secondo lavoro part time, assunto da agenzia interinale, come autista d’emergenza presso la asl? Sono compatibili i due lavori? non si viola il dovere di fedeltà?

    • Roberto
      marzo 16, 21:25 Reply

      I due lavori sembrano similari. Non vi è una preclusione normativa, ma è il caso che condivida la scelta con i 2 datori di lavoro che concorderanno con Lei la fattibilità.

Lascia un commento