La nuova legge sui call center riguarda solo le aziende che effettuano questa attività o anche quelle con un call center al proprio interno?

La nuova legge sui call center riguarda solo le aziende che effettuano questa attività o anche quelle con un call center al proprio interno?
image_pdfimage_print

La norma (articolo 24-bis del decreto legge 22 giugno 2012) parla di “operatori economici” e così come chiarito da una recente nota del ministero del Lavoro (nota prot. 1328 del 1° marzo 2017), le nuove disposizioni non possono più ritenersi limitate alle sole aziende che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di call center, in quanto l’ambito di applicazione soggettivo è riferibile all’operatore economico, indipendentemente dal numero di dipendenti occupati, che svolgono attività di call center utilizzando numerazioni telefoniche messe a disposizione del pubblico, a prescindere dalla prevalenza o meno dell’attività di call center rispetto al complesso delle proprie attività.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 466 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho letto un messaggio inps che parla di cumulabilità tra gli 8000 euro della legge di stabilità e quella prevista per le zone svantaggiate nelle aziende agricole, ma non ho capito bene il funzionamento. Può spiegarmelo?

Il messaggio messaggio Inps n. 6533 del 23 ottobre 2015, riprendendo una nota del Ministero del Lavoro ha detto che per i datori di lavoro agricoli in zone svantaggiate e

Ho letto su un giornale che per il 2019 mio marito potrà avere 5 giorni di congedo per la nascita di nostra figlia, mi può spiegare?

Il padre lavoratore dipendente, per l’anno 2019, ha diritto a 5 giorni di congedo obbligatorio da fruire entro i 5 mesi dalla nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia o

Se dopo un contratto a termine acausale iniziato il 01 11 2014, e prorogato 5 volte fino al 30 09 2015. Dal 21 10 2015 posso fare un altro contratto a termine acausale? E se si è prorogabile?

Il rapporto a tempo determinato non necessita più di motivazione, per cui nasce di default acausale. Avendo raggiunto le 5 proroghe nel contratto dal 1° novembre 2014 al 30 settembre

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento