L’azienda può concedere un orario contrattuale diverso dallo standard per un lavoratore/genitore di un figlio disabile?

L’azienda  può concedere un orario contrattuale diverso dallo standard per un lavoratore/genitore di un figlio disabile?
image_pdfimage_print

La concessione unilaterale della modifica dell’orario di lavoro, da parte dell’azienda, avviene esclusivamente qualora il lavoratore/trice abbia una patologia oncologica o una grave patologia cronico-degenerativa ingravescente, per la quale residui una ridotta capacità lavorativa (art. 8, comma 3, DLvo 81/2015).

Nel caso prospettato e cioè nel caso di figlio disabile convivente con totale e permanente inabilità lavorativa, nasce in capo al lavoratore una priorità alla trasformazione del contratto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale (art. 8, comma, DLvo 81/2015).

Priorità sta a significare che il primo a dover essere trasformato dovrà essere l’orario di questo lavoratore rispetto agli altri, ma se l’azienda non concede altri part-time questa priorità non si attiva.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 458 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Devo attivare in Sardegna un tirocinio non curriculare. il divieto ad instaurare tirocini in caso di licenziamenti per GMO riguarda l’intera azienda o l’unità produttiva dove è avvenuto il licenziamento

In materia di tirocinio non curriculari, la Regione Sardegna, con la Delibera del 23 ottobre 2013, n. 44/11 (v. linee guida allegate – paragrafo 6, punto 3), ha stabilito che:

Posso prevedere un periodo di prova anche nel contratto a tempo determinato?

In caso del contratto a tempo determinato il periodo di prova è possibile, ma deve essere congruo alla durata e non coincidente con il termine fissato. Alcuni contratti collettivi prevedono

Un apprendista assunto per 4 anni nel 2013 è possibile ridurlo a 3 anni ? E’ possibile anche passarlo ad un 3°livello senza aspettare la fine dell’ apprendistato ?

È possibile terminare l’ apprendistato prima della sua naturale scadenza. Ciò accade quando il datore di lavoro ritiene che il ragazzo abbia raggiunto gli obiettivi formativi previsti nel Piano formativo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento