Assolavoro: A novembre 394mila occupati in somministrazione

Assolavoro: A novembre 394mila occupati in somministrazione

Secondo Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, si è registrato un incremento degli occupati in somministrazione dell’11,2% sull’anno 2016 e dello 0,6% sul mese prima

A novembre 2016 gli occupati in somministrazione sono più di 394mila, con un incremento dell’11,2% sull’anno precedente e dello 0,6% sul mese prima. È uno dei dati emersi dalle elaborazioni effettuate da Assolavoro Data Lab, il centro studi Assolavoro, l’Associazione nazionale delle Agenzie per il lavoro, su dati Forma Temp ed Ebitemp.

Gli occupati a tempo indeterminato sono 37.985, in aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 43%. Quelli a tempo determinato, invece, crescono dell’8,6% e sono 356.103 unità.
L’incremento a due cifre degli occupati in somministrazione evidenzia come il settore si muova in modo disgiunto rispetto alle altre componenti del mercato del lavoro nazionale. L’occupazione nazionale complessiva, infatti, nello stesso periodo ha fatto registrare un incremento pari allo 0,1%.
Crescono, a novembre, anche le ore lavorate (39.296.596) con un aumento mese su mese dello 0,6% e anno su anno del 12,3%. Le ore medie per occupato sono 99,7 (stabili rispetto al mese precedente ma in crescita dell’1% sul 2015). È positivo anche l’andamento del monte retributivo che cresce del 4,4% rispetto a ottobre e del 10,6% rispetto a novembre 2015.

«I dati confermano la capacità delle agenzie per il lavoro di intercettare i settori in crescita e le figure professionali più richieste sul mercato per accompagnare le aziende nella sfida della competizione internazionale – dichiara Stefano Scabbio, presidente di Assolavoro -. Alle istituzioni chiediamo di valorizzare un comparto che rende più competitivo il Paese, coniugando le esigenze di flessibilità del lavoro delle imprese con quelle di continuità di reddito del lavoratore. Questo, in particolare, è l’anno della sperimentazione della ricollocazione ed è bene proseguire con buona lena sul percorso tracciato, evitando ritardi e disfunzioni e coinvolgendo attivamente le agenzie per il lavoro. Il successo dell’iniziativa dipenderà da quanto saremo coinvolti, di più e meglio di quanto fatto finora, e da quanto saremo messi nelle condizioni di poter operare al meglio nella sperimentazione della prima politica attiva nazionale».

Studio Assolavoro DataLab

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1248 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!