Prospetto informativo disabili: obblighi e assistenza per le nuove assunzioni

Prospetto informativoIl Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con l’ANPAL, ha emanato la nota n. 41/454 del 23 gennaio 2017, con la quale fornisce alcuni chiarimenti in ordine alla presentazione del prospetto informativo e agli obblighi assunzionali dei datori di lavoro che occupano da 15 a 35 dipendenti, nonché dei partiti politici, delle organizzazioni sindacali, delle organizzazioni che, senza scopo di lucro, operano nel campo della solidarietà sociale, dell’assistenza e della riabilitazione, in conseguenza delle modifiche apportate alla legge 12 marzo 1999, n. 68 dal decreto legislativo 14 settembre 2015, n.151.

In particolare la nota chiarisce quando scatta l’obbligo di trasmettere il prospetto informativo e specifica che i datori di lavoro privati appartenenti alla fascia 15-35 dipendenti, i partiti politici, le organizzazioni sindacali e le organizzazioni, senza scopo di lucro, che operano nell’ambito della solidarietà sociale, dell’assistenza e della riabilitazione, non sono tenuti alla presentazione, entro il 31 gennaio 2017, del prospetto informativo, se non hanno effettuato una nuova assunzione entro il 31 dicembre 2016.

Per quanto attiene agli obblighi assunzionali, i datori di lavoro che che abbiano effettuato una nuova assunzione, aggiuntiva rispetto al numero dei dipendenti in servizio, entro il 31 dicembre 2016, deve sempre inviare il prospetto informativo entro il 31 gennaio 2017, sulla base della disciplina vigente, visto il cambiamento della loro situazione occupazionale.

Per i partiti politici, le organizzazioni sindacali, le organizzazioni che, senza scopo di lucro, operano nel campo della solidarietà sociale, dell’assistenza e della riabilitazione, che abbiano effettuato una nuova assunzione, aggiuntiva rispetto al numero dei dipendenti in servizio, entro il 31 dicembre 2016, e rispetto ai quali non trovava applicazione l’abrogato comma 2 dell’articolo 2 del menzionato D.P.R. 333 del 2000, continua ad applicarsi la regola generale della richiesta di avviamento entro i 60 giorni dall’insorgenza dell’obbligo.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Redazione web

A cura di : Redazione web

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)