Lavoratori all’estero: retribuzioni convenzionali per il 2017

image_pdfimage_print

breaking_newsCon il decreto 22 dicembre 2016 del Ministero del Lavoro, di concerto con quello dell’Economia e Finanze, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19 gennaio 2017, sono state fissate le retribuzioni convenzionali per i lavoratori operanti all’estero a valere per il 2017.

A decorrere dal periodo di paga in corso dal 1° gennaio 2017 e fino a tutto il  periodo  di  paga  in  corso  al  31  dicembre  2017,  le retribuzioni convenzionali da prendere a  base  per  il  calcolo  dei contributi dovuti per le assicurazioni  obbligatorie dei lavoratori italiani operanti all’estero, nonché per il calcolo delle  imposte sul reddito  da lavoro dipendente, sono stabilite nella misura risultante, per ciascun settore, dalle Tabelle delle Retribuzioni convenzionali 2017.

Il provvedimento fa registrare un incremento generalizzato dei valori di riferimento che si ferma allo 0,9%, lievemente inferiore rispetto all’aumento dell’1% registrato con il decreto dello scorso anno. I valori convenzionali individuati nelle tabelle, in caso di assunzioni, risoluzioni del rapporto di lavoro, trasferimenti da o per l’estero, nel corso del mese, sono divisibili in ragione di 26 giornate.

Le suddette retribuzioni sono utili anche per il calcolo delle imposte sul reddito da lavoro dipendente, ai sensi dell’art.  51, comma 8-bis, del testo unico delle imposte sui redditi.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ISTAT: DISOCCUPAZIONE IN CALO

Prosegue a ritmi più sostenuti il calo, sia congiunturale sia tendenziale, degli inattivi (in termini assoluti e di incidenza), soprattutto per la componente degli scoraggiati. Il tasso di disoccupazione, dopo

BENEVENTO: PRIMO LAUREATO TECNOLOGIE TRASPORTO AEREO

Adriano Covizzi, controllore del Traffico Aereo, dipendente Enav Spa in servizio presso l’Area Control Center di Milano, è il primo laureato in Scienze e tecnologie del trasporto aereo (L28) in

PENSIONI: CGIL, SENZA RISPOSTE SCIOPERO

“Se non ci saranno risposte alle richieste dei pensionati e a quelle delle confederazioni sulla modifica della legge Fornero sulla previdenza “è perfettamente ragionevole” pensare ad uno sciopero generale. “Le

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento