Edilizia: crescita nel settore residenziale

image_pdfimage_print

breaking_newsL’Istat registra una crescita non solo nell’edilizia residenziale, ma anche sui permessi per costruire: nel primo semestre 2016 il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati supera le 10 mila unità nel primo trimestre raggiungendo quasi 11,5 mila nel secondo, sebbene si rilevi una contenuta contrazione (-1,1%) rispetto al primo semestre 2015. Più marcato è il miglioramento semestrale in termini di superficie utile abitabile (+4,0%).

Segno negativo, invece, per l’edilizia non residenziale che registra una riduzione dell’8,3%. Dopo la marcata flessione nel numero di abitazioni registrata per i nuovi fabbricati residenziali nel primo trimestre 2016 (6,2%), il parziale recupero conseguito nel secondo trimestre 2016 (+4,0%) rappresenta la prima variazione positiva dopo 5 anni di continue flessioni tendenziali. In termini di superficie utile, la contenuta flessione tendenziale nel primo trimestre (-1,3%) è sopravanzata dall’ampia crescita nel secondo (+9,1%), anch’esso primo dato positivo dopo 5 anni.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CONFCOMMERCIO SU POVERTÀ

A luglio l’indice di disagio sociale scende a 18,8 (-0,1); la disoccupazione estesa scende al 14,9%, mentre i prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d’acquisto diminuiscono dello 0,1%.

UE-19: CALO RECORD COSTO LAVORO ITALIA

In Italia calo record del costo del lavoro nell’ultimo trimestre 2015: -0,8% sull’anno, il dato più basso di tutta l’Ue. Costo del lavoro in aumento invece nell’area euro (+1,3%) e

Decreto Dignità: la relazione tecnica prevede 80 mila posti in meno in 10 anni

Il Decreto Dignità è stato pubblicato da pochi giorni in Gazzetta Ufficiale e già solleva un polverone di polemiche all’interno del governo e anche con l’opposizione. Secondo i calcoli inseriti

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento