Inps: osservatorio sulla cassa integrazione

image_pdfimage_print

breaking_newsNel 2016 sono state autorizzate 581,8 milioni di ore di cassa integrazione, un dato che rappresenta un calo del 14,8% rispetto a quello dell’anno precedente quando le ore totali furono 682,6 milioni. È quanto emerge dall’Osservatorio sulla cassa integrazione dell’Inps, aggiornato con i dati del mese di dicembre 2016. I dati si riferiscono alle ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale, alle domande e ai beneficiari di disoccupazione e mobilità.

Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 37,8 milioni, in diminuzione del 11,0% rispetto allo stesso mese del 2015 (42,4 milioni).

Le ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate a dicembre 2016 sono state 10,4 milioni, con una variazione tendenziale complessiva pari al 31,8% e, in particolare, pari a +41,4% nel settore Industriale e a +1% nel settore Edilizia. Per gli interventi straordinari (CIGS), nel mese di dicembre 2016 rispetto al mese precedente, si registra una variazione congiunturale pari al -9,0%.

Gli interventi in deroga (CIGD) sono stati pari a 5,0 milioni di ore autorizzate a dicembre 2016 registrando un decremento del 24,3% se raffrontati con dicembre 2015.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Istat disoccupazione si attesta all’11,3%

Secondo i dati Istat, dopo circa otto mesi con un trend positivo, Maggio è stato il primo mese in cui si è avuto una flessione della percentuale degli occupati. L’istituto

TERREMOTO: UNINDUSTRIA, PRESTO PER STIMA DANNI

“Il paese è praticamente raso al suolo. Ci sono scene di panico e feriti dappertutto. Manca l’elettricità dal momento del terremoto. Solo adesso siamo riusciti ad uscire da casa e

OCSE, ITALIA "PATRIA" DEI NEET

I Neet parlano soprattutto italiano. Secondo il rapporto Ocse 2016 diffuso oggi, in Italia oltre un terzo dei giovani tra i 20 e i 24 anni di età non lavora e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento