Abi: tassi di interesse prestiti ai minimi storici

image_pdfimage_print

breaking_newsScendono ai minimi storici i tassi di interesse applicati sui prestiti a dicembre. Secondo il rapporto mensile Abi (Associazione Bancaria Italiana), il tasso medio sul totale dei prestiti è sceso al 2,85% dal 2,91% di novembre, mentre quello su nuove operazioni per acquisto di abitazioni (mutui) si è attestato al 2,02% (2,05% a novembre). “Sul totale delle nuove erogazioni di mutui circa i due terzi sono mutui a tasso fisso”, precisa l’Abi. Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese è sceso all’1,54% dall’1,56%. Aumentano prestiti e depositi.

Dal rapporto, inoltre, si evince che le sofferenze nette (cioè al netto delle svalutazioni già effettuate dalle banche con proprie risorse) a fine novembre 2016 si collocano a 85,2 miliardi di euro, un valore in ulteriore lieve diminuzione rispetto al dato di ottobre (85,5 miliardi). Si conferma la riduzione di oltre il 4% delle sofferenze nette rispetto al picco di 89 miliardi di fine novembre 2015.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

UNIMPRESA, NASCE CONSORZIO PER AIUTARE PMI ALL'ESTERO

Sostenere l’internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese italiane, in particolare nei paesi extracomunitari. Aprire strutture stabili all’estero per migliorare la penetrazione commerciale e quindi favorire l’esportazione dei prodotti made

Lavoro: occupazioni giovanile deve passare per la formazione e la decontribuzione strutturale

Il dilemma del lavoro giovanile che manca nel nostro Paese è diventato un problema di una generazione intera. Non solo un problema personale, ma anche un problema sociale ed economico

ACCORDO SOLIDARIETA’

Firmato un accordo di solidarietà intergenerazionale e occupabilità tra Enel e sindacati, che prevede l’accompagnamento alla pensione anticipata per circa 6 mila lavoratori nell’arco dei prossimi cinque anni e il

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento