fbpx

Nell’ impresa familiare (art. 230 –bis c.c.) come funziona la partecipazione alle decisioni?

Il potere di gestione ordinaria spetta al titolare (Cass., n. 10412/1995). I  partecipanti all’ impresa familiare, a maggioranza, adottano le decisioni relative alla gestione straordinaria, agli indirizzi della produzione, alla cessazione dell’impresa, alla ripartizione degli utili e degli incrementi economici. Il diritto di partecipazione è intrasferibile a favore di altri familiari se non c’è il consenso di tutti i partecipanti (ma può, sempre, essere liquidato).

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 695 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È possibile frazionare il godimento di ore malattia del bambino con quelle di allattamento nei contratti full time?

I “Congedi per la malattia del figlio” vanno intesi come giorni di astensione dal lavoro per i “periodi corrispondenti alle malattie di ciascun figlio” (articolo 47 del D.L.vo 151/2001). Non

Cosa prevede l’opzione donna?

Prevista dalla legge di stabilità 2016 (Legge n. 208/2015), offre la possibilità di ritiro anticipato alle lavoratrici dipendenti con un’età anagrafica pari o superiore a 57 anni e 3 mesi

Con la risoluzione consensuale del contratto devo pagare il ticket licenziamento?

Con un lavoratore sono andato presso l’ispettorato del lavoro a fare un accordo conciliativo per risolvere il rapporto di lavoro. L’accordo si è concluso con una risoluzione consensuale. Come azienda,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.