Un datore di lavoro che intenda assumere a tempo indeterminato un lavoratore ultracinquantenne, ha diritto a qualche agevolazione ?

image_pdfimage_print

Si, è prevista un’ agevolazione contributiva sotto forma di abbattimento del 50% per un massimo di 18 mesi a condizione che:

a)      Il soggetto sia disoccupato da oltre 12 mesi;

b)      Sia in regola con il DURC;

c)      Applichi il trattamento economico e normativo previsto dal CCNL sottoscritto dalle organizzazioni datoriali e dei lavoratori più rappresentative sul piano nazionale e, se esistente, anche il contratto di secondo livello;

d)     L’assunzione deve rispettare i principi stabiliti dall’art. 4 della legge n. 92/2012 (l’assunzione non deve essere un adempimento di un obbligo legale, devono essere stati rispettati i diritti di precedenza, non deve riguardare una qualifica analoga a quella mdi lavoratori posti in CIGS o in solidarietà, non deve essere stato licenziato, negli ultimi 6 mesi, da imprese controllate o collegate);

e)      Devono esistere condizioni di compatibilità con il mercato interno (art. 1 e 40 regolamento CE n. 800/2008);

f)       L’assunzione deve essere incrementale rispetto alla media dell’organico degli ultimi 12 mesi.

L’agevolazione spetta anche alle cooperative che dopo l’associazione hanno stabilito un ulteriore rapporto di lavoro subordinato con il socio, non spetta in caso di lavoro intermittente, accessorio o job sharing. Non spetta neanche ai datori di lavoro domestici.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Vogliamo chiudere un rapporto di lavoro con un dipendente assunto un anno e mezzo fa, con il Jobs Act. Va bene se gli diamo 4 mensilità? Devono essere lorde o nette?

Se procedete con l’offerta conciliativa, prevista dall’art. 6 del DLvo 23/2015 (tutele crescenti), le mensilità che potranno essere offerte, quale incentivo all’esodo, sono 2. Queste mensilità sono nette, in quanto

Tra assunzioni a tempo determinato e somministrazione esistono sostanziali differenze in termini giuridici?

Per rispondere compiutamente al suo quesito bisogna analizzare non solo la disposizione di legge ma anche la contrattazione collettiva che ha disciplinato le due tipologie contrattuali. Le differenze possono essere

Ho un contratto a termine per motivi sostitutivi che scade…

Ho un contratto a termine per motivi sostitutivi che scade il 31 maggio. Al rientro della lavoratrice madre, posso riassumere il lavoratore senza attendere i 20 giorni che la norma

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento