Politiche attive: siglato un protocollo di intesa tra Anpal e Unioncamere

Politiche attive: siglato un protocollo di intesa tra Anpal e Unioncamere
image_pdfimage_print

In data 20 dicembre 2016, è stato firmato dal presidente dell’ Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro Anpal, Maurizio Del Conte, e dal presidente di Unioncamere, Ivanhoe Lo Bello, il protocollo che sancisce la collaborazione tra i due enti in tema di consolidamento dei sistemi informatici, necessari a realizzare politiche attive del lavoro effettivamente calibrate sui territori.

Il protocollo prevede un impegno, da parte di entrambi, a progettare e sviluppare applicazioni in grado di informare utenti e operatori dei centri per l’impiego sulle opportunità di lavoro, sulle imprese ad alta potenzialità occupazionale, e di offrire guide personalizzate on line sull’orientamento formativo.

Tali applicazioni saranno basate sui fabbisogni professionali delle imprese tratti dal progetto Excelsior-Unioncamere, sui dati su flussi e stock di imprese iscritte nel Registro delle Camere di Commercio, sulle Comunicazioni Obbligatorie, sulle vacancies aziendali e le statistiche in possesso di Anpal e del sistema camerale.

L’accordo ha durata annuale e potrà essere rinnovato con il consenso tacito delle parti.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

In vigore l’obbligo di assunzione di un lavoratore disabile, pesanti le sanzioni

Con la Legge di Bilancio 2018 è entrato in vigore l’obbligo di assunzione di un lavoratore disabile per le aziende con più di 15 e fino a 35 dipendenti. Dal

INPS, esenzione dai contributi per le assunzioni post alternanza scuola lavoro e apprendistato

L’INPS, con Circolare n. 109/2017, ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di accesso all’esonero contributivo previsto per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani, effettuate nel corso del 2017

Somministrazione : la reiterazione dei contratti di somministrazione di manodopera è sempre possibile e non incontra limiti di legge [L.Peluso]

In materia di somministrazione di lavoro a tempo determinato non soltanto non esiste un divieto o un limite di legge (come invece previsto per il contratto a termine) alla successione

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento