Call center: strumenti di sostegno al reddito per lavoratori del settore

Call center: strumenti di sostegno al reddito per lavoratori del settore
image_pdfimage_print

La Direzione Generale degli ammortizzatori sociali e degli incentivi all’occupazione, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha emanato la circolare n. 42 del 30 dicembre 2016, con la quale informa che in base all’articolo 1, comma 240, punto d) della legge 11 dicembre 2016 n. 232, Legge di Bilancio 2017, le aziende del settore del call center, nell’anno 2017, potranno far ricorso agli strumenti di sostegno al reddito previsti dal citato articolo 44, comma 7, del d.lgs. n. 148/2015, seppur nel limite della disponibilità finanziaria prevista.

Possono fruirne i dipendenti delle aziende che occupano più di 50 lavoratori e hanno attuato misure di stabilizzazione dei collaboratori a progetto. Il beneficio spetta a tutti i lavoratori e consiste di un’indennità pari al trattamento massimo di integrazione salariale straordinaria (Cigs).

L’indennità può essere richiesta per la sospensione o la riduzione d’attività lavorativa determinata da crisi aziendale. Come spiegato dal Ministero la crisi è valutata sulla base degli indicatori economico-finanziari riguardanti il biennio precedente, da cui deve emergere un andamento a carattere involutivo. L’azienda, oltre a verificare il ridimensionamento o la stabilità dell’organico aziendale nel biennio precedente, deve presentare un piano di risanamento che definisca gli interventi correttivi intrapresi o da intraprendere, al fine di fronteggiare gli squilibri di natura produttiva, finanziaria, o gestionale per ciascuna unità aziendale interessata dagli ammortizzatori.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Alternanza scuola-lavoro: iscrizione obbligatoria al Registro nazionale

Entra nel vivo la collaborazione tra istituzioni scolastiche ed imprese per la realizzazione di percorsi formativi sul lavoro e legislazione sociale nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro prevista dalla recente riforma scolastica. L’obiettivo

REI: fra lotta alla povertà e inclusione sociale e lavorativa

  Il Governo ha approvato il decreto attuativo della legge delega per contrasto alla povertà, il REI. Il Reddito di inclusione dal 1 Gennaio 2018 sarà una legge dello stato.

Contratti di solidarietà per le aziende non rientranti nel regime CIG (L. n. 236/1993) – [ Circolare n. 28/2014 Min. del Lavoro ]

Il Ministero del Lavoro, con la Circolare n. 28/2014, che annulla e sostituisce la Circolare n. 26/2014 (vedi ns. articolo del 14 novembre) fornisce chiarimenti in merito alla procedura di concessione

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento