Min.Lavoro: fondo di solidarietà per dipendenti del trasporto pubblico

image_pdfimage_print

fondo_di_solidaritetaIl Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 295 del 19 dicembre 2016, il Decreto 17 ottobre 2016 con le modifiche al decreto 9 gennaio 2015 relativo al Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito del personale delle aziende di trasporto pubblico.

Il Fondo prevede interventi a favore dei lavoratori delle aziende pubbliche e private, che svolgono servizi di trasporto pubblico autofiloferrotranviari e di navigazione sulle acque interne e lagunari ed esclude le aziende ricomprese nel campo di applicazione di analoghi Fondi di settore già costituiti e quelle esercenti servizi ferroviari di alta velocità. Tra gli interventi previsti dal Fondo abbiamo:

  • Le prestazioni integrative
    Erogate a seguito di licenziamenti collettivi o individuali del rapporto di lavoro per ragioni aziendali ovvero per risoluzione consensuale a seguito della procedura prevista per i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo. In particolare il decreto prevede:
    – per tutta la durata della prestazione della NASpI, un livello di trattamento pari al massimale NASpI, nell’importo riconosciuto per i primi tre mesi, maggiorato di 173 euro;
    – per il periodo successivo al godimento della indennità NASpI, e per una durata massima di ulteriori 6 mesi, una prestazione di pari importo, erogabile in unica soluzione unitamente alla NASpI.
  • Il contributo straordinario
    Il datore di lavoro è obbligato a versare un contributo straordinario mensile, nella misura del 30%dell’ultima retribuzione imponibile ai fini previdenziali, in caso di ricorso alle prestazioni di integrazione della NASpI, per l’intera durata di fruizione di tale prestazione.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento