Rinnovabili: più investimenti e minore impatto in bolletta

image_pdfimage_print

breaking_newsLe fonti rinnovabili in Italia rappresentano una realtà in continua crescita che riesce ad attirare forti investimenti, con conseguenze positive sull’occupazione e anche con oneri in bolletta che scendono.

Secondo lo studio presentato dal Gse, la società che gestisce certificazione, incentivi e ritiro dell’energia verde, entro il 2020 saranno costruiti nuovi impianti per 3,7 gigawatt che produrranno 7,9 miliardi di kilowattora (il 40% da eolico). Il giro d’affari arriverà a 4,5 miliardi l’anno e gli occupati a tempo pieno a quota 50mila. Il Gestore dei servizi energetici prevede che questo andamento si consoliderà anche in futuro, portando a un incremento di 1,5 gigawatt di fotovoltaico nel periodo 2016-2020.

Ciò significa che avremo più energia pulita pagandola di meno: gli oneri per i consumatori diminuiranno passando dai 12,7 miliardi di euro del 2015 ai 12,1 miliardi del 2020. Un’inversione della tendenza dovuto principalmente al fatto che i nuovi impianti avranno incentivi inferiori e che alcune delle centrali più vecchie chiuderanno.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SI’ AL WELFARE AZIENDALE

Sono sempre più numerose le aziende che offrono benefit e servizi di welfare ai propri dipendenti. La retribuzione del lavoro sta cambiando pelle e, al fianco di quella monetaria, sta

CGIL SU GARANZIA GIOVANI

I risultati negativi del progetto Garanzia Giovani sono la conseguenza dell’idea che sia possibile determinare un aumento dell’occupazione giovanile, senza investire sulla creazione di lavoro. La pensa così il segretario

STUDIO UIL SU PENSIONI

Uscire in anticipo potrebbe costare a chi dovrebbe ricevere un assegno da 1.500 euro lordi fino a 2.340 euro l’anno, se si applicasse un taglio lineare del 4% l’anno, che

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento